Seguici su

Cronaca

Bilancio Fvg: 266 milioni di euro in più rispetto all’anno precedente

Pubblicato

il

FVG – “Il risultato conseguito dalla Giunta che viene evidenziato da questa manovra è rappresentato dai 266 milioni di euro in più rispetto a quanto stanziato dalla Legge di stabilità dell’anno precedente. Un obiettivo raggiunto grazie al lavoro compiuto dal governatore Fedriga, che con autorevolezza ha rivendicato l’autonomia della Regione nella rinegoziazione dei patti finanziari con lo Stato”. Lo ha detto a Trieste in sede di Consiglio regionale l’assessore alle Finanze, Barbara Zilli, replicando ai consiglieri della minoranza nel corso del dibattito sulla manovra di bilancio. Come ha spiegato l’assessore, l’accordo sottoscritto dal governatore e dal ministro Franco lascerà nelle casse della Regione 2 miliardi di euro in cinque anni.

“Ciò – ha sottolineato Zilli – favorirà il rafforzamento delle condizioni strutturali di sviluppo che sono state avviate da questa Amministrazione nell’ottica di sostenere l’innovazione e la competitività, accanto alle ulteriori sfide che dovremo affrontare per uscire definitivamente dalla crisi causata dalla pandemia”. Intervenendo su uno dei temi sollevati da qualche esponente dell’Aula che lamentava un mancato intervento di riduzione della pressione fiscale, l’assessore ha rimarcato come, ai fini di una valutazione sulla distribuzione del carico fiscale, “non va tenuto conto esclusivamente del livello dell’aliquota base, ma vanno altresì considerati gli effetti delle numerose agevolazioni che sono state introdotte negli anni precedenti nell’ordinamento regionale, in particolare relativamente all’Irap. Si tratta di agevolazioni che intervengono in maniera puntuale ed efficace su determinate categorie di imprese che necessitano di maggiore sostegno e attenzione. Proprio grazie a queste misure applicate sul territorio – ha aggiunto Zilli – il sistema tributario della Regione risulta essere competitivo al fine di favorire l’attrattività del territorio”.

A riprova della qualità dell’azione amministrativa della Giunta, Zilli ha ricordato alcuni dati relativi alle performance del sistema economico regionale: tra questi, la crescita del Pil che fa del Friuli Venezia Giulia “la locomotiva del Nordest” e i numeri dell’export “che ci portano a essere la seconda regione d’Italia solo dopo l’Emilia-Romagna”. Infine l’assessore ha evidenziato gli investimenti nella sfera della collaborazione pubblico-privato, in particolare quelli sull’innovazione rimarcando i 45 milioni di euro previsti nel triennio sul Fondo per la ricerca “finalizzati al costante consolidamento della competitività delle nostre imprese”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?