Seguici su

Cronaca

Sanità, Serracchiani: «Il sindaco di Udine non sa e mitraglia a casaccio»

“Per Fontanini passato non passa perché il presente è peggiore”

Pubblicato

il

UDINE – “Pietro Fontanini è stato tutto, da consigliere comunale a presidente di Regione e parlamentare per tre legislature. E in tutto questo tempo non ha imparato che la pianificazione dei corsi di laurea medica è competenza esclusiva del Miur e non della Regione. Da politico di lungo corso dovrebbe saperlo e se non lo sa è ancora peggio perché ha ignorato un argomento delicatissimo sul quale poteva intervenire da parlamentare. In compenso, dopo esser stato presidente di Provincia e da quattro anni sindaco di Udine, dopo aver fatto voto del silenzio sulle criticità dell’ospedale di Udine e sui deficit della sanità territoriale con e senza Covid, non trova di meglio che mitragliare a casaccio sull’Università e – potevo mancare? – su di me. Gli do un’altra notizia: sempre da quattro anni la Regione è guidata dal suo partito”. La presidente del gruppo del Pd alla Camera Debora Serracchiani rimanda al mittente le accuse del sindaco di Udine Pietro Fontanini sulla situazione della sanità in Fvg, formulate in una nota.
“Potrei ricordargli che pure le scuole di specialità sono competenza del Miur – aggiunge la deputata dem – e che la Regione attivava ogni anno 25-30 borse di studio aggiuntive per coprire carenze programmatorie nazionali. Stessa competenza anche per le professioni sanitarie, dove però avevamo istituito la consulta delle professioni per la programmazione. Dal 2016, poi, si era ricominciato ad assumere e si erano scorse le graduatorie Oss e infermieri. Questo e quant’altro aveva fatto il centrosinistra fino al 2018 è il passato, che per Fontanini evidentemente non passa mai. Forse perché il presente offre uno spettacolo peggiore”, conclude Serracchiani.