Seguici su

Economia

Distretti del commercio: 21 i progetti di aggregazione presentati da 124 Comuni

L’assessore Bini: “E’ un percorso di crescita importante che porterà ricadute positive per le attività produttive e che ha ricevuto una buona risposta dal territorio”

Pubblicato

il

FVG – “Con l’incontro odierno viene avviata la concertazione per la costruzione dei regolamenti attuativi dei distretti del commercio previsti dalla legge SviluppoImpresa. Strumenti che rappresentano un’opportunità per il territorio. Dopo la raccolta delle progettualità, ne sono arrivate 21 con un coinvolgimento di 124 Comuni su 215, iniziamo un dialogo con i portatori di interesse per arrivare a luglio con il regolamento concertato, a ottobre la presentazione dei progetti ed entro fine anno la fase di realizzazione”.
Lo ha detto oggi l’assessore regionale alle Attività produttive e al Turismo, Sergio Emidio Bini, nella sede della Regione a Udine, durante l’incontro dedicato allo sviluppo dei distretti del commercio in Friuli Venezia Giulia in cui sono state anche consegnate le targhe alle realtà riconosciute come ‘attività storica del Fvg’.

Nell’esprimere un ringraziamento per la partecipazione e per i contributi dei portatori di interesse, Bini ha valorizzato il percorso per addivenire alla realizzazione del distretto del commercio: “E’ un percorso di crescita importante che porterà ricadute positive per le attività produttive e che ha ricevuto una buona risposta dal territorio. Le proposte arrivate abbracciano più Comuni e altri soggetti quali ad esempio le associazioni di categoria. Attraverso la legge SviluppoImpresa viene riconosciuto un ruolo strategico al commercio per lo sviluppo economico sostenibile, per la coesione sociale e per la valorizzazione  delle risorse del territorio. L’auspicio è quello di continuare a lavorare insieme per poter scrivere delle pagine importanti per la nostra regione” ha indicato Bini rivolgendosi agli oltre 150 amministratori locali, fra sindaci o loro rappresentanti, agli imprenditori e ai rappresentanti delle associazioni di categorie presenti in sala.
L’esponente della Giunta Fedriga, dopo aver ricordato le risorse a favore del commercio e del turismo stanziate dalla Regione dal 2018 pari a 353 milioni di euro, ha messo in evidenza anche il metodo della condivisione. “Un approccio che ha visto il contatto diretto con i Comuni e le loro progettualità per emanare un regolamento rispondente alle reali necessità del territorio – ha riferito Bini -. Sono abituato a condividere le scelte soprattutto quando si tratta di normare strumenti rilevanti per lo sviluppo  delle attività produttive. I regolamenti che verranno adottati dovranno quindi essere semplici ma soprattutto figli della concertazione”.
Nel dettaglio le proposte progettuali di distretto commerciale sono al momento 21 e vedono il coinvolgimento di 124 Comuni su 215: 20 nel goriziano, 3 nell’area triestina, 48 nel pordenonese e 52 nell’udinese.

Nell’incontro odierno sono poi stati premiati i  locali e gli esercizi che hanno ricevuto la targa di ‘attività storica del Fvg’: la trattoria al Quadrifoglio, sita in località Privano, Bagnaria Arsa, l’Antica Osteria Candoni, nella frazione di Cedarchis, Arta Terme, la cartoleria Stringaro, a Tricesimo, l’Antica Trattoria Miculan, sempre di Tricesimo, la pasticceria Mignon a Trieste, la trattoria al Pescatore, a Barcola, Trieste, l’albergo Cavallino, nel Comune di Sappada e il bar alla Nazionale, nel Comune di Codroipo.