Seguici su

Cultura

Altrememorie: una passeggiata tra natura e arte nei boschi della Val Saisera

In programma un appuntamento (gratuito ma con prenotazione obbligatoria), accessibile a tutti, lungo l’intimo e riservato percorso nel parco dell’arte di Malborghetto-Valbruna

Pubblicato

il

Sarà una totale immersione nella natura e nell’arte quella in programma l’11 agosto (il ritrovo all’alimentari Fiorini di Valbruna, alle 10.30), assieme a Francesco Rossi della cooperativa Puntozero che ha ideato il progetto, finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia e da PromoTurismo Fvg. Durante la camminata – accessibile a tutti e della durata di circa un’ora e mezza – saranno spiegate le opere che, con discrezione, abitano il bosco di Altrememorie. Un luogo bellissimo e incontaminato. La visita sarà gratuita ma con prenotazione è obbligatoria scrivendo a margherita.m@cooperativapuntozero.it.

Il progetto Altrememorie promuove una serie di eventi che si integrano con il territorio e soprattutto con la sua componente culturale e ambientale. Uno degli obiettivi è quello di valorizzare in modo originale e fruibile il paesaggio friulano. In questa cornice l’arte ha il compito di fare da tramite fra culture e diversità, in un percorso frutto di un’esperienza di condivisione fra l’artista, il territorio ed i suoi abitanti. All’interno di questo quadro, si inserisce la passeggiata in Val Saisera, dove il progetto è nato, che permetterà di scoprire le bellezze dei territori montani della regione e di favorire narrative alternative. Altrememorie, infatti, è un parco dell’arte che coinvolge la creatività di artisti internazionali chiamati a dialogare con la natura e le memorie del luogo, producendo installazioni di arte contemporanea negli stessi luoghi dove 100 anni prima giovani di tutta Europa costruivano spazi di conflitto. Il parco si sviluppa lungo un percorso di circa 3 km dal centro abitato di Valbruna fino all’Agriturismo Prati Oitzinger.

IL PROGETTO – Altrememorie, nato nell’ambito della ricorrenza del centenario dalla Prima Guerra Mondiale 2014-2018, è stato curato nella prima edizione da Manuel Fanni Canelles, nelle successive edizioni da Zeroidee (cooperativa Puntozero) con il contributo della Regione Fvg, e realizzato dall’associazione culturale Modo e Zeroidee. Nei diversi anni hanno collaborato al progetto Aghe di Poc, Leggermente, Comune di Aviano, Romans D’Isonzo, Resia, Drenchia e Tolmin e di Pozzuolo del Friuli, l’Isis Manzini San Daniele, Alpi Friulane, Friuli Storia e Territorio, Tree House, Amici di Valbruna, lo spazio DoubleRoom di Trieste, Agriturismo Prati di Oitzinger, la Comunità Montana del Gemonese-Canal del Ferro, i Comuni di Malborghetto-Valbruna e Tarvisio.

Informazioni e prenotazioni: margherita.m@cooperativapuntozero.it | 347.8174350 |

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?