Seguici su

Cronaca

Addio al dirigente dell’Udinese Lorenzo Toffolini, colto da un malore nella sua auto

Si tratta di Lorenzo Toffolini, 65 anni, molto noto in tutto il Friuli e nel mondo del calcio in particolare per essere un dirigente dell’Udinese

Pubblicato

il

FAGAGNA – Un uomo di 65 anni è stato soccorso questa mattina dall’equipaggio di una ambulanza in transito nella zona di Ciconicco di Fagagna. I sanitari hanno notato una vettura fuori strada e si sono immediatamente attivati per prestare soccorso. All’interno del veicolo, al volante, l’uomo privo di conoscenza, è stato colto da malore. Sono stati avviati immediatamente i soccorsi con una rianimazione che è durata per circa 50 minuti. La Sores/Struttura operativa regionale emergenza sanitaria Fvg ha inviato tempestivamente sul posto l’equipaggio di una automedica da Udine e di una ambulanza proveniente da San Daniele del Friuli. Le manovre di rianimazione sono continuate, in ambulanza con medico a bordo, fino all’arrivo in pronto soccorso, in ospedale, dove poi l’uomo purtroppo è deceduto.

La vittima è Lorenzo Toffolini, 65 anni, molto noto in tutto il Friuli e nel mondo del calcio in particolare per essere un dirigente dell’Udinese Calcio. Ecco il ricordo postato dalla società bianconera dopo che la notizia della sua scomparsa si è diffusa:
“Udinese Calcio e la Famiglia Pozzo piangono la scomparsa tragica e improvvisa del nostro Lorenzo Toffolini, colonna del Club e della società da oltre 30 anni. Alla moglie Sonia, al figlio Luca e a tutti i suoi familiari, va la vicinanza di tutta la società Udinese Calcio. Lorenzo, ha lavorato, dapprima, nel settore giovanile bianconero prima di diventare, nel 1998, Team Manager della Prima Squadra fino al 2006, rappresentando per la squadra e tutto il club un autentico punto di riferimento. Attualmente era responsabile dell’ufficio affari Generali e impegnato molto attivamente nell’area commerciale del Club, non facendo mai mancare la sua grande professionalità e l’amore per i colori bianconeri. 
Mandi Lorenzo!”. 

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?