Seguici su

Eventi & Cultura

Premio Bontà 2022 ai volontari Pitotti di Povoletto e al Pegasus di Tavagnacco

A palazzo D’Aronco la 22° cerimonia di consegna dei riconoscimenti ideati dall’Unci per le realtà che si distinguono nel campo del volontariato.

Pubblicato

il

UDINE – Nella sua 22esima edizione, il Premio Bontà dell’Unci di Udine è stato attribuito al Gruppo volontari “Gherardo Pitotti” di Povoletto e al Pegasus Asi Prociv Friuli di Tavagnacco.
La cerimonia di consegna del riconoscimento nato per valorizzare le persone e le realtà associative che si impegnano nel volontariato e nella solidarietà, a sostegno dei più fragili e della comunità, si è svolta sabato a Palazzo D’Aronco, dove, a fare gli onori di casa, è stato il Grande Ufficiale dell’Unione nazionale Cavalieri d’Italia-sezione di Udine, Carlo Del Vecchio: «Durante l’arco dei suoi vent’anni – ha spiegato -, il Premio Bontà ha messo in luce tanti atti di generosità: è un doveroso tributo alle persone impegnate in ogni parte del mondo nei diversi campi dell’assistenza, del volontariato e nella realizzazione di opere umanitarie, con la tenacia tipica del popolo del nostro Friuli». Numerose le autorità militari e civili presenti in sala, tra cui il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin: «Il Premio Bontà città di Udine è in felice controtendenza con una società che sembra andare nella direzione opposta, quella del menefreghismo e dell’individualismo – ha sottolineato -, atteggiamenti troppo spesso alimentati dai social. Per questo è tanto meritevole l’iniziativa dell’Unci, che è riuscita a superare anche la lunga impasse della pandemia e si ripropone all’attenzione dell’opinione pubblica. Ad accomunare i premiati è infatti l’attenzione all’altro, la spinta a ricercare il bene comune. Che poi dovrebbe essere il compito principale anche per noi amministratori della cosa pubblica».

Il Gruppo “Gherardo Pitotti” è nato a Povoletto nel 2003 e ogni anno, grazie all’impegno di 25 volontari, compie circa 500 interventi di solidarietà sociale; tra le attività messe in campo dall’associazione, attualmente presieduta da Nello Gardellini, ci sono la gestione di un centro distribuzione di generi alimentari forniti dal Banco Alimentare alle famiglie indigenti (circa 23 nuclei su indicazioni dei servizi sociali comunali); il servizio di trasporto e accompagnamento in ospedale o alle visite mediche (circa 420 persone in un anno) e il disbrigo di piccole pratiche burocratiche; l’ascolto e il sostegno alle persone malate o sole e il volontariato nei nosocomi. Il Premio Bontà 2022 è stato quindi consegnato al gruppo «per la generosità e dedizione dimostrata verso le persone, il costante impegno messo in campo per dare assistenza e conforto a coloro che stanno affrontando un triste momento della loro vita».
L’associazione Pegasus è invece nata nel 2004 in Liguria; nel 2020 è stata aperta la sezione friulana a Tavagnacco: presieduta da Kristian Assalone, conta su una ventina di volontari di cui 10 specializzati nella ricerca dei dispersi con cani da mantrailing “molecolari”. A marzo 2021, viene iscritta nell’elenco regionale di volontariato nel settore tecnico logistico. L’obiettivo del sodalizio è quello di collaborare con i volontari dei vari gruppi comunali di Protezione civile, al fine di far prendere confidenza con l’unità cinofila e divulgare i valori del volontariato alla popolazione. L’attività del gruppo Pegasus non si limita al solo impiego operativo con speciali unità cinofile, bensì varia a seconda degli interventi richiesti dalla Sala operativa Regionale (come ad esempio il servizio prestato al Centro Vaccinale all’Ente Fiera di Martignacco). Alla Pegasus, il riconoscimento è stato attribuito «per l’encomiabile impegno sociale e umanitario profuso con generosità in attività altamente solidali a favore della collettività tutta».

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?