Seguici su

Economia

Filiera logistica in Fvg: porti, retroporti e aree industriali uniti per lo sviluppo

L’assessore Bini: “Oltre alle ingenti risorse disponibili, il fattore vincente è la sinergia tra Regione, amministrazioni locali e attori economici”

Avatar

Pubblicato

il

UDINE – “Il Friuli Venezia Giulia sta vivendo un momento di grandi investimenti nel settore logistico portuale e retroportuale. Oltre alle ingenti risorse disponibili, il fattore vincente è la sinergia tra Regione, amministrazioni locali e attori economici. Abbiamo ben chiaro il potenziale industriale di questa regione in un panorama geopolitico che si sta trasformando e che la colloca in modo strategico nel cuore del centro Europa”. Questo, in sintesi, il messaggio dell’assessore regionale alle Attività produttive e turismo Sergio Emidio Bini intervenuto all’evento “Insieme per la nuova filiera logistica agroalimentare del Friuli Venezia Giulia” organizzato dal Comune di Udine in sala Ajace. L’incontro è stato l’occasione per riassumere gli investimenti che interessano Trieste, Gorizia e Udine e più in generale l’intero Friuli Venezia Giulia, alla presenza dei tre sindaci delle Città capoluogo.
“Il successo della sinergia tra Regione e amministrazioni comunali è attestato dai numeri – ha detto Bini – a partire da Gorizia, dove Go!2025 sarà occasione per far crescere la città da qui ai prossimi anni. A Udine si è registrato un cambio di passo importante, da ultimo con importanti investimenti che riguarderanno l’ampliamento del mercato ortofrutticolo. Trieste dal canto suo sta dimostrando numeri record per quanto riguarda le presenze turistiche. Un plauso, dunque, a queste pubbliche amministrazioni che lavorano e progettano il futuro” ha rimarcato l’assessore.

Bini ha poi ricordato “l’impegno della Regione nella riqualificazione delle aree industriali citando gli esempi delle Noghere, dell’Aussa Corno e del Triangolo della Sedia. Ora speriamo nella conferma dello status di Zona Logistica Semplificata che comporterà notevoli benefici fiscali in gran parte delle aree economiche strategiche regionali”. Infine Bini ha auspicato la continuità amministrativa “perché non bastano le risorse, ci vogliono anche le persone giuste, capaci di lavorare assieme”.
Il Sindaco di Udine Pietro Fontanini ha ricordato i 22 milioni di euro che saranno investiti nel mercato ortofrutticolo per potenziare la filiera logistica agroalimentare, considerata asse strategico dei prossimi sviluppi commerciali del polo alimentare udinese. Il Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza ha invece richiamato i 500mila croceristi giunti nel 2022 e i 700mila previsti per il 2023 che impongono di riallocare il mercato ortofrutticolo per creare nuove aree parcheggio.
Dal canto suo il Sindaco di Gorizia Rodolfo Ziberna ha ribadito che Go!2025 sarà occasione per accendere una grande luce su tutto il territorio regionale, puntando anche sul marchio IoSonoFVG.  All’incontro ha preso parte in video collegamento anche il presidente dell’autorità portuale Zeno D’Agostino che ha annunciato la presenza, domani alla fiera logistica di Berlino, del sistema integrato infrastrutturale del Friuli Venezia Giulia capace di creare valore diretto sul territorio e sulle filiere locali (richiamando, tra i vari investimenti, i 450 milioni del Pnrr su Trieste e Monfalcone).

In chiusura anche Giovanni Da Pozzo, presidente di Confcommercio Fvg e della Camera di commercio Pordenone-Udine, ha rimarcato le potenzialità delle infrastrutture regionali per la crescita economica dei prossimi anni.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?