Seguici su

Basket

La vittoria di Torino spalanca le porte del Carnera per il nuovo derby friulano

Lorenzo Pegoraro

Pubblicato

il

un'azione del match (foto APU)

TORINO – L’Old Wild West Udine ha espugnato il Pala-Asti battendo la formazione locale della Reale Mutua Torino per 96 a 93. La vittoria in Piemonte, la terza di fila dopo quelle con Piacenza e Milano, conclude il cammino bianconero nella c.d. fase ad orologio e segna l’avvio dei play-off dove i ragazzi di coach Finetti incontreranno nel primo turno i “vicini di casa” della Gesteco Cividale con il vantaggio del fattore campo nella eventuale gara-5.

Le notizie dal pianeta-basket regionale non sono però finite qui. Da Brindisi è giunta, infatti, la notizia della sconfitta della Pallacanestro Trieste che ha sancito la retrocessione dei giuliani in serie A2. Vista anche la concomitante retrocessione dalla serie A2 della Scaligera Verona, il prossimo campionato di serie A2 sarà quindi popolato da  diverse sfide tra formazioni del Nord-Est.

Tornando alla partita di Torino, il match è stato sin da subito un tripudio di canestri su entrambi i fronti, la classica partita in cui gli attacchi prevalgono sulle difese. Dopo i primi due quarti in cui Udine si è mantenuta a contatto con i padroni di casa, sotto di pochi punti, nella terza frazione di gioco i giallo-blu allenati dal friulano Ciani sono sembrati potere prendere il largo raggiungendo il massimo vantaggio di +12 (68-56). I friulani hanno nel frangente avuto il merito di non disunirsi e di ritornare vicini ai padroni di casa grazie soprattutto ai canestri di un preciso Briscoe (24 punti con 5/9 da tre). L’ingresso di Antonutti nell’ultimo quarto, al posto di un Esposito apparso un po’ stanco, è stato decisivo per i bianconeri che, dopo essere stati rispediti a -5 dai canestri di De Vico e Jackson (93-88), han trovato i punti della vittoria ancora con Briscoe, Gaspardo (ottima la prestazione dell’ex Brindisi) e Gentile, mentre Torino perdeva palla con l’ex bianconero Schina e sbagliava un canestro con Taflaj.

In attesa di conoscere le date della sfida tutta friulana di play-off, dal quartier generale dell’APU si attendono anche notizie sul fronte del mercato. In merito l’allenatore Finetti così ha risposto dopo la partita di Torino: “Stiamo cercando qualcuno nel ruolo di 5. Dovrebbe essere uno straniero, ma non escludo che possa anche essere un giocatore italiano proveniente dall’A2”.

REALE MUTUA TORINO – APU OLD WILD WEST UDINE 93-96 (33-26, 51-47, 78-68)

REALE MUTUA TORINO: Mayfield 15 punti, Fea, Vencato 5, Taflaj 10, Ruà n.e., Schina 13, Jackson 18, Poser n.e., Guariglia 10, De Vico 16, Dalle Ave n.e., Pepe 6. All. Franco Ciani.

APU OLD WILD WEST UDINE: Gentile 16 punti, Palumbo 3, Antonutti 5, Gaspardo 24, Cusin 2, Briscoe 24, Fantoma n.e., Esposito 11, Nobile 3, Pellegrino 4, Monaldi 4. All. Carlo Finetti.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?