Seguici su

Eventi & Cultura

Ancora una notte (anzi, due) in Heaven!

La reunion dei Pat Heaven, storica band dell’hard rock degli anni ‘80 e ‘90 con due date in regione: 19 e 20 agosto

Pubblicato

il

FVG – Monfalcone, Segnacco, Devetaki: a quasi trent’anni dallo scioglimento, un disco registrato alla fine degli anni ‘80 e ancora oggi oggetto di culto per appassionati e collezionisti, ritornano insieme per due serate i Pat Heaven, la storica band fondata da Dario Trevisan a Ronchi dei Legionari nel lontano, anzi lontanissimo, 1986. «Nasce tutto da una telefonata, quella che mi è arrivata qualche mese fa dall’Italian Metal Heroes Festival 1980-1990, una sorta di festival di vecchie glorie del rock duro made in Italy, attraverso la quale gli organizzatori mi dicono a bruciapelo – ci piacerebbe che ci foste anche voi, anzi, in qualità di rappresentanti della nostra regione, che lo apriste! Un secondo dopo eccomi a comporre un’interrurbana – chiamiamola così – in quel di Creta quindi sottoporre la questione a Gian Andrea Garancini, già batterista della band, che vive nell’isola greca da diversi anni. Interessante, aspetta un attimo intercala, e qualche minuto dopo – ok, ho prenotato il volo!» A parlare è Massimo Devitor, cantante della formazione, rinomato direttore di diversi cori della nostra regione, tenore ed insegnante di canto, che ci racconta del come è nata la reunion.

E’ venuto da sé il resto: un giro di telefonate a musicisti che hanno continuato a supportarsi, nella buona e nella cattiva sorte, e la band sarà a lustro (nonostante un’unica prova per ovvi motivi) per le date di sabato 19 agosto in quel di Segnacco di Tarcento e di domenica 20 agosto, al Balkan Express “Da Miljo” di DevetakiFlashback, correva l’anno 2017, ovvero quando una storia rock diventa ancora prima una storia di amicizia, di sopravvivenza, di valori, di rinascita. Dario Trevisan ha ancora poco da vivere; i vecchi compagni di viaggio si stringono assieme a lui e con il supporto del primario Gualterio Scaramella all’ospedale di San Polo gli fanno l’ultimo regalo: registrare la sua musica, per l’ultima volta, da malato terminale, sul letto dell’ospedale. Il resto è storia che va sulla RAI, sui TG, sulla stampa nazionale perchè è la prima volta che succede. Neanche nei film! Segue un mini tour in acustico e divulgativo che racconta un’esperienza a dir poco unica. Finita lì? Neanche per sogno, perchè i PH se li ricordano ancora in tanti, tantissimi. Ed ecco che arriva quella telefonata che rimette presto insieme Devitor, voce; Garancini, batteria (se non ci sono scioperi degli aeroporti!); Valerio Colella, basso; Dario Sain, il primo chitarrista, alla ritmica; Roby Gattolin, monster guitar player come lo definiva lo stesso Trevisan, chitarra solista; Paolo Massarenti, special guest per la serata bisiaca, chitarra; e Giulio Cocus, tastiere, scelto dalla band per valori umani e generazionali, oltre che naturalmente musicali. 

«Vi racconto questo aneddoto, che è esemplificativo: l’11 settembre del 1992 andai a vedere il mio primo grande concerto, i Dire Straits all’Arena di Verona. Un’odissea tra treni, stazioni, cambi, code interminabili, un giorno e mezzo senza sonno. Ero in prima fila e me ne ritornai a casa con un orecchio praticamente assordato, quello sinistro, che era rivolto verso casse che sparavano decibel come poche volte ho sentito. Il 12 settembre suonavano i Pat Heaven, in una sagra paesana. Andai a sentirli e stetti a cinquanta forse più metri dal palco e girato dalla parte opposta dell’orecchio perduto e senza aver dormito un minuto. No, i Pat Heaven non me li potevo perdere!» E’ il racconto di Massi Boscarol, “il concertologo”, curatore di diverse rubriche di musica e spettacoli della nostra regione, promoter della band, ma (soprattutto, come afferma orgogliosamente) il primo dei fans!
«All’annuncio della data di Segnacco, tantissima gente della Bisiacaria, dell’Isontino, del Carso, della Bassa Friulana ci ha chiesto – ma come, e una data qui da noi non la fate?! Ci siamo attivati quindi al fine di sedare una sommossa per un live dalle nostre parti e grazie all’interessamento di Gianpiero Augusti abbiamo organizzato una data in quel di Devetaki, al Balkan Express “Da Miljo, locale che si è attrezzato molto bene per le esibizioni dal vivo e che vedrà dopo il concerto dei PH proprio l’esibizione degli Alchemica (band dello stesso Augusti) in data 16 settembre. Saranno due date da sold-out, come si suol dire!»

Da segnare in agenda:
sabato 19 agosto: Pat Heaven live all’Italian Metal Heroes Festival 1980-1990 in quel di Segnacco, Tarcento. Ore 19.00
domenica 20 agosto, al Balkan Express “Da Miljo” di Devetaki (Doberdò del Lago). Special guest ad aprire la serata i Glass of Zurkish. Inizio ore 20.30
Ingresso gratuito

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?