Seguici su

Eventi & Cultura

Al via “Se.Me. – Sentieri della memoria”, il progetto che intreccia teatro, tutela dell’ambiente e saperi antichi

Dallo Spettacolo itinerante al Laboratorio di giochi di una volta: gli eventi in programma il 23, 24 e 27 agosto in provincia di Udine

Avatar

Pubblicato

il

Prende ufficialmente il via, con il primo appuntamento in programma mercoledì 23 agosto alle 17 a Porpetto, il progetto “Se.Me” – Sentieri della Memoria, a cura delle compagnie BRAT e Hombre Collettivo (Claudio Colombo, Agata Garbuio, Angela Forti, Riccardo Reina, Aron Tewelde), con la preziosa collaborazione del drammaturgo Marco Gnaccolini. Un progetto performativo e di ricerca che si propone di affrontare, evento dopo evento, la tematica ambientale, sottolineando il ruolo fondamentale dell’azione individuale all’interno dello sviluppo comunitario.

Realizzato grazie al sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia tramite il bando “Ripartenza Cultura e Sport”, il progetto è stato sviluppato in collaborazione con numerose istituzioni pubbliche e private. L’iniziativa, che prende ispirazione dal celebre racconto di Jean Giono, “L’uomo che piantava gli alberi”, quale potente metafora di speranza e responsabilità verso il futuro, abbraccia otto diverse località del Friuli Venezia Giulia, distribuite tra le province di Udine (Porpetto, le Valli del Natisone e Udine), Pordenone (Piancavallo, Azzano Decimo, Cordenons e Pordenone) e Gorizia. Il progetto, oltrepassando i confini nazionali, si estende poi fino alla Slovenia con un evento in programma presso il Monastero di Castagnevizza di Nova Gorica. Attraverso performance, laboratori e interviste, l’obiettivo è quello di creare una mappa culturale dettagliata della regione, al fine di contribuire a preservare tradizioni e memorie a rischio di estinzione, e al contempo promuovere una rete di connessioni tra le istituzioni impegnate attivamente nelle questioni ambientali del territorio regionale.

IL CALENDARIO

Mercoledì 23 agosto, alle 17 – Porpetto, partenza dall’Arena di Via Don Minzoni
In collaborazione con il Comune di Porpetto
– Spettacolo itinerante Se.Me
– Laboratorio di giochi di una volta
– Incontro con Legambiente – Circolo di Monfalcone e presentazione del libro “L’alfabeto dei giochi popolari” di Diego Lavaroni, in presenza dell’autore e con Paolo Munini (Archivio Italiano dei Giochi).
L’evento è gratuito con prenotazione obbligatoria via mail a sentieridellamemoria@gmail.com

Giovedì 24 agosto, alle 17 – Udine, Partenza dal Teatro Palamostre/Area verde Ronald George Mc Bride
In collaborazione con il CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia.
–  Incontro con Legambiente – Circolo Laura Conti di Udine
–  Spettacolo itinerante Se.Me
Biglietto 2 euro. Prenotazioni telefonicamente al 0432 506925 o via mail a biglietteria@cssudine.it


Domenica 27 agosto, alle 16 – Valli del Natisone, partenza dalla Trattoria “Da Walter”, Frazione Altana 26 (San Leonardo)
​​In collaborazione con la fattoria didattica “La Casa del Tempo” e la Pro Loco Nediške Doline
–  Presentazione delle attività della Pro Loco Nediške Doline – Valli del Natisone APS
– Spettacolo itinerante Se.Me
– Laboratorio di giochi in collaborazione con la fattoria didattica “La Casa del Tempo”

Evento gratuito con prenotazione obbligatoria via mail a sentieridellamemoria@gmail.com

Le attività sono pensate per accogliere un pubblico misto di adulti e bambini, a partire dai sei anni, in un percorso teatrale accessibile e immersivo, anche grazie all’utilizzo di nuove tecnologie, come le cuffie bluetooth. Si consigliano abbigliamento e scarpe comode.

IL PROGETTO – Le azioni previste dal progetto “Se.Me.” includono in primis interviste e podcast: grazie alla collaborazione con Foenis, Anteas FVG e Auser aps FVG, è stato possibile incontrare le comunità di anziani di Roveredo in Piano, Aviano, Cordenons, Porpetto, Carlino e delle Valli del Natisone, e condurre una serie di interviste sul tema dell’infanzia, del rapporto con la natura e dei giochi “di una volta”. Le registrazioni, oltre a rappresentare un materiale di ricerca basilare nello sviluppo del percorso performativo, diventeranno documenti accessibili online per il Museo Etnografico del Friuli.

ESPERIENZA TEATRALE ITINERANTE – Da agosto il materiale raccolto è stato tradotto in un’esperienza teatrale itinerante in numerosi luoghi naturali della regione. “Se.Me.” è un sentiero da percorrere in silenzio, ascoltando ciò che accade, anche quando sembra che nulla stia succedendo. È un cammino da condividere, seguendo le orme di un passato ricco di storie grandi e piccole, di infanzie perdute, mai vissute o conquistate. Anche l’infanzia ha avuto un inizio. Il diritto di giocare, oggi dato per scontato, è stato invece ottenuto con battaglie, grandi e piccole. E ora? Come sfruttiamo questo diritto? Come è cambiato il gioco e l’infanzia? Le narrazioni del passato e le tradizioni possono offrire nuovi modi di relazionarci con la natura, l’ambiente circostante e gli altri. Insieme, esaminare il recente passato senza illusorie nostalgie o pregiudizi può aiutarci a individuare i mutamenti, a valutare le opportunità e le limitazioni del progresso, e a osservare come comunità e culture si intrecciano, si smarriscono e si trasformano.

LABORATORI – Il programma “Se.Me” comprende inoltre l’organizzazione di laboratori che offrono giochi tradizionali accessibili a tutti. Questi laboratori sono condotti dal gruppo di lavoro in collaborazione con Foenis, Anteas FVG e Auser aps FVG che hanno consentito l’interazione con diverse comunità di anziani, che a loro volta hanno fornito le loro fondamentali testimonianze: un’intensa attività di interviste, ricerca e documentazione sulle conoscenze legate alle aree del progetto e soprattutto ai giochi dell’infanzia. Da un lato quindi la promozione del recupero e della salvaguardia di questa preziosa memoria, e dall’altro il rafforzamento delle relazioni sociali, ma anche la riscoperta di giochi artigianali e di gruppo che rischiano di cadere in disuso. Le testimonianze raccolte saranno archiviate digitalmente in collaborazione con il Museo Etnografico del Friuli Venezia Giulia e integreranno l’Archivio Italiano dei Giochi di Udine. Tra i giochi proposti durante i laboratori si includono le biglie, la costruzione e il volo di aquiloni, il gioco dei tappi, dei sassolini, il tiro al bersaglio, il gioco del campo, ruba bandiera e molte altre attività.

SPETTACOLO TEATRALE – “Se.Me.” si concluderà a dicembre 2023 con la realizzazione di uno spettacolo teatrale che rielaborerà il materiale raccolto durante il progetto e debutterà, ospite del CSS Teatro Stabile di Innovazione del Friuli Venezia Giulia, al Teatro San Giorgio di Udine il 12 dicembre, alle 21.

SE.ME – Il progetto “Se.Me.” è realizzato con il contributo di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Bando Ripartenza Cultura e Sport, in partenariato con Ortoteatro società cooperativa, CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia, CTA Centro Teatro Animazione e Figure di Gorizia, Compagnia degli asinelli aps, Museo Etnografico del Friuli, CAI Club Alpino Italiano sezione di Pordenone, Legambiente FVG, Pro Loco Nediške Doline – Valli del Natisone APS, Foenis società cooperativa; in collaborazione con Dietro Le Quinte aps, Anteas Associazione Nazionale Tutte le Età Attive per la Solidarietà della Regione Friuli Venezia Giulia ODV, Auser aps FVG, Science Centre Immaginario Scientifico di Pordenone, con il patrocinio di Comune di Pordenone, Comune di Porpetto; media partner PromoTurismo FVG.

Il programma aggiornato è disponibile al sito www.compagniabrat.it
Informazioni via mail a sentieridellamemoria@gmail.com o telefonicamente al 340 6096652.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

In primo piano