Seguici su

Cronaca & Attualità

Riserva di caccia di Gemona, Zilli: «In un uno libro il patrimonio di ricordi»

La pubblicazione è opera dei soci e, in particolare, dell’ex direttore Franco Cucchiaro, di Elio Vale, Gabriele Carnelutti, Mauro Vale e Paola Barigelli

Avatar

Pubblicato

il

GEMONA DEL FRIULI – “I soci della riserva di caccia di Gemona hanno scritto oggi una pagina nuova grazie alla consapevolezza che hanno avuto dell’importanza di riflettere sulla loro storia, il loro ruolo anche di custodi di un territorio: oltre all’attività ordinaria avete giustamente dedicato tempo e energie a raccogliere in un libro questo patrimonio di ricordi, che è anche strumento di pianificazione del futuro, a disposizione delle nuove generazioni”. Lo ha affermato l’assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli alla presentazione del libro “Gemona Ricordi di caccia e del territorio” e all’inaugurazione del cartello informativo “Un’esperienza in armonia con l’ambiente e il tuo cane” presso la Riserva di caccia di Gemona.

La pubblicazione è opera dei soci e, in particolare, dell’ex direttore Franco Cucchiaro, di Elio Vale, Gabriele Carnelutti, Mauro Vale e Paola Barigelli. Si tratta di un racconto fotografico che celebra la tradizione della caccia e i legami con la storia locale attraverso un percorso che racconta gli anni antecedenti il 1966; il periodo dall’autonomia della Regione al 1976, in cui si ripercorrono i primi anni dell’istituzione delle Riserve di Caccia di Diritto in Friuli Venezia Giulia fino al terremoto del 6 maggio 1976; il periodo dagli anni della rinascita ai giorni oggi, con riflessioni sui cambiamenti che hanno interessato la realtà venatoria del territorio. ARC/EP/pph

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

In primo piano