Seguici su

Economia

Finanze, Zilli: “Dal Piano sviluppo e coesione 322 milioni di euro”

L’assessore ai lavori del Comitato di sorveglianza del Piano

Avatar

Pubblicato

il

PORDENONE – “Il 2023 è stato un anno particolare e intenso per Direzione finanze sul fronte dei Fondi Fsc (Fondo sviluppo e coesione), poiché si è lavorato sia sulla chiusura della vecchia programmazione sia sulla stesura degli obiettivi della nuova 2021-2027 con importanti traguardi da raggiungere”. Lo ha detto questa mattina l’assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli aprendo i lavori – in videoconferenza – della terza riunione ordinaria del Comitato di sorveglianza del Piano sviluppo e coesione della Regione Friuli Venezia Giulia. Il Comitato, come strumento strategico per la Regione, opera nella gestione e sorveglianza dell’attuazione del Piano sviluppo e coesione che impiega le risorse dei Fondi per lo sviluppo e la coesione della programmazione dal 2000 a oggi. Le risorse complessive della Programmazione Fsc per il Friuli Venezia Giulia sono pari a 322 milioni di euro, dei quali il 92% risulta ad oggi già impegnato.

“Nell’ultima annualità inoltre sono state conseguite le Obbligazioni giuridicamente vincolanti, un traguardo fondamentale per proseguire nell’attuazione efficace di tutti i progetti del Piano. Essere complementari e supportare in modo efficace le politiche di coesione è una sfida che stiamo vincendo, poiché la professionalità che tutti voi avete messo in campo è il miglior biglietto da visita per conseguire tutti i risultati a cui puntiamo” ha detto Zilli rivolgendosi al Comitato.
“Non a caso – ha poi evidenziato l’assessore alle Finanze – le aree tematiche interessate dal Piano sviluppo e coesione riguardano settori importanti come le infrastrutture, l’edilizia scolastica e l’ambiente. Ambiti che per la Regione rappresentano sfide cruciali in quanto possono fungere da volano, assieme ai fondi del Pnrr, per assicurare maggiore impatto economico e di sviluppo per il Friuli Venezia Giulia”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?