Seguici su

Cronaca & Attualità

A Prepotto intitolata una scuola a Elena Lo Duca, volontaria della Pc morta in servizio

Riccardi: “Una donna dal carattere forte, mossa da un grande senso del dovere verso la propria comunità, che ha sempre creduto profondamente nei valori della sicurezza, del volontariato e del sacrificio per aiutare le persone in difficoltà”

Avatar

Pubblicato

il

PREPOTTO – “Siamo profondamente grati all’amministrazione e all’intera comunità di Prepotto per aver scelto di intitolare un istituto scolastico a Elena Lo Duca. Una donna dal carattere forte, mossa da un grande senso del dovere verso la propria comunità, che ha sempre creduto profondamente nei valori della sicurezza, del volontariato e del sacrificio per aiutare le persone in difficoltà. Questa scuola è il luogo ideale per accogliere la lezione indimenticabile che ha lasciato a tutti noi”.
Lo ha affermato l’assessore regionale alla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia Riccardo Riccardi durante la cerimonia di
intitolazione della scuola dell’infanzia di Prepotto a Elena Lo Duca, la volontaria di Protezione civile e agente di Polizia che nel luglio del 2022 perse la vita durante le attività di bonifica di un’area boschiva distrutta da un incendio vicino al piccolo borgo della Valle dello Judrio.

“Elena Lo Duca è stata una straordinaria rappresentante di quell’esercito silenzioso di persone che ogni giorno si mette in gioco per salvare chi è in pericolo – ha sottolineato Riccardi -. Donne e uomini della Protezione civile che per la passione per il volontariato sono pronti a mettere a repentaglio la propria vita”.
Nel portare i saluti del governatore Fedriga, l’assessore Riccardi ha anche avanzato una proposta. “Questo mondo dovrebbe pensare a un grande progetto per diffondere il valore universale della sicurezza intitolato proprio a Elena Lo Duca”.
“Non dobbiamo piangere per averla persa ma sorridere per averla avuta” ha concluso l’esponente della Giunta regionale citando le sacre scritture.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

In primo piano