Seguici su

Cronaca & Attualità

Il Comune raddoppia la presenza della polizia locale nei quartieri

Il vicesindaco Venanzi: “Ulteriore presidio per la sicurezza al di fuori del centro cittadino, in attesa dei vigili di quartiere”

Avatar

Pubblicato

il

UDINE – Il Comune di Udine interviene ulteriormente per garantire la sicurezza nei quartieri della città. Da oggi infatti, in aggiunta alla pattuglia della polizia locale già attiva nel presidio del territorio dei quartieri durante le ore di diurne, se ne aggiungerà un’altra. I due vigili della polizia locale andranno a presidiare in maniera ancora più puntuale alcune situazioni di maggiore impatto per la cittadinanza. “Una coppia di vigili prenderà servizio a supporto di quanto già operano sul territorio. Abbiamo deciso di cominciare nel quartiere di San Domenico, dove abbiamo già avuto diversi incontri con la cittadinanza che ci ha domandato maggiore attenzione” spiega il vicesindaco e assessore alla polizia locale Alessandro Venanzi. “Aggiungiamo ulteriori forze per sorvegliare un’area più vasta del territorio al di fuori del ring cittadino. Stiamo collaborando in maniera sinergica con i comitati di cittadini e Casa Dell’Immacolata per dare risposte alle legittime esigenze di tranquillità e sicurezza. I due vigili si incaricheranno di effettuare dei passaggi nei pressi dei luoghi sensibili”.

I due vigili si aggiungono ai due già presenti che svolgono un servizio di controllo e presidio del territorio delle zone al di fuori del centro storico durante la giornata.  Una decisione per la quale si è mobilitato il comandante della polizia locale Eros Del Longo, con l’attivazione dell’ulteriore pattuglia.
Sempre nell’ottica di un preciso presidio del territorio già da ottobre sono attive le pattuglie miste insieme alle altre forze dell’ordine mentre la Polizia Locale ha già raddoppiato il numero delle pattuglie in strada per il pronto intervento, da una a due, sempre dal mese di dicembre.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

In primo piano