Seguici su

Cronaca

Caso Maignan, per Vidoni (FdI) «la cittadinanza era uno spot per future campagne elettorali»

«La superficialità con cui il sindaco affronta le reali esigenze della città e del Consiglio comunale è purtroppo drammaticamente evidente»

Avatar

Pubblicato

il

UDINE – “Se al sindaco De Toni stessero veramente a cuore la lotta contro il razzismo e la difesa dell’immagine di Udine dalle accuse che la nostra città sta subendo da giorni, avrebbe dovuto riflettere attentamente sull’opportunità di insistere nel proporre il conferimento della cittadinanza onoraria a Mike Maignan, soprattutto dopo che la gran parte di Udine, del Friuli e della tifoseria l’ha fortemente contestata». A dirlo è Luca Onorio Vidoni, capogruppo in consiglio comunale di Fratelli d’Italia.
«Nemmeno la maggioranza è parsa particolarmente convinta, visto che durante la discussione generale nessun consigliere è intervenuto per difendere e sostenere la sua proposta. È rimasto da solo – aggiunge -. Forse perché è apparso chiaro a tutti che l’unico obiettivo del sindaco era quello di ottenere visibilità sulla stampa e sui media nazionali, con un’operazione mediatica che si è rivelata doppiamente fallimentare sia rispetto all’obiettivo principale del contrasto al razzismo sia sul piano politico. La superficialità con cui il sindaco affronta le reali esigenze della città e del Consiglio comunale è purtroppo drammaticamente evidente. Trova conferma, inoltre, quanto già segnalato da più voci durante l’ultima campagna elettorale, ossia che la carica di sindaco serve a De Toni solo come trampolino di lancio in vista di future campagne elettorali per altre cariche: la sua autocandidatura sulla stampa come “regista” di un nuovo Nordest di qualche giorno fa e la svendita a reti tv unificate della cittadinanza onoraria ne sono una chiara testimonianza»
«Ora per il sindaco – chiude Vidoni – e tutta la maggioranza c’è solo un modo per rimediare alla figuraccia: votare all’unanimità la nostra mozione, l’unico e vero documento che prende le difese del portiere del Milan e che esprime la propria condanna al razzismo e a tutte le discriminazioni, promuovendo azioni concrete anche e soprattutto a tutela della nostra città e del nostro popolo.
Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?