Seguici su

Trieste

L’associazione Penelope in prima linea per le ricerche di Bruno

L’Associazione Penelope aiuta nelle ricerche di Bruno Makarovic, 86 anni, scomparso dalla casa di riposo “Santa Chiara” a Trieste. La famiglia chiede di contattare le autorità in caso di avvistamento.

Avatar

Pubblicato

il

Bruno Makarovic
Bruno Makarovic (© Chi l'ha visto)

TRIESTE – L’Associazione Penelope, già nota a Trieste per il coinvolgimento nel caso Resinovich, è scesa nuovamente in campo per sostenere la famiglia di Bruno Makarovic, l’ottantaseienne scomparso dalla casa di riposo “Santa Chiara”. La struttura è situata nel rione di Borgo San Sergio in via Maovaz 12. La famiglia dell’anziano ha dato l’allarme dopo che Bruno ha fatto perdere le sue tracce il 12 giugno, intorno alle 18. La notizia della scomparsa è stata diffusa attraverso TriestePrima e le forze dell’ordine sono state prontamente avvisate.

Descrizione di Bruno Makarovic

Al momento della scomparsa, Bruno Makarovic indossava una maglietta di cotone grigia con scollo a V, un giubbotto blu e pantaloni dello stesso colore. Ai piedi portava un paio di pantofole nere. Bruno è di statura bassa, circa un metro e 68 centimetri, con una corporatura robusta. Ha occhi marroni ed è parzialmente calvo con capelli grigi. Tra i segni particolari, si evidenziano un porro sul naso e piedi gonfi.

L’intervento dell’Associazione Penelope

L’Associazione Penelope ha messo a disposizione i suoi cani molecolari per supportare le ricerche dell’anziano scomparso. Questa associazione è conosciuta per il suo impegno nella risoluzione di casi di scomparsa e nella difesa legale delle famiglie delle vittime. Il loro intervento è stato richiesto per sfruttare le capacità dei cani molecolari, addestrati specificamente per tracciare le persone scomparse.

Appello della famiglia

La famiglia di Bruno Makarovic ha rinnovato l’appello alla comunità e alle autorità locali, chiedendo di contattare immediatamente le forze dell’ordine in caso di avvistamento o ritrovamento. Ogni informazione può essere cruciale per il ritrovamento dell’anziano e il rapido intervento può fare la differenza in queste situazioni di emergenza.

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità