Seguici su

Cronaca

L’assessore Bini: “Fare al più presto chiarezza sulla strage dell’anti vigilia di Natale”

In città sono stati commemorati i caduti della Polizia di Stato

Pubblicato

il

UDINE – “Ricordare i servitori dello Stato oltre a essere un obbligo istituzionale è il modo corretto con il quale rendere omaggio – come è avvenuto oggi – alla memoria di chi ha perso la vita nello svolgimento del proprio servizio per garantire la sicurezza della comunità”. Lo ha detto l’assessore regionale alle Attività produttive Sergio Emidio Bini a margine della cerimonia svoltasi a Udine nel corso della quale sono stati commemorati i caduti della Polizia di Stato. Durante la ricorrenza è stato dapprima deposto un fascio di fiori presso la lapide che ricorda gli agenti Giuseppe Guido Zannier, Adriano Ruttar e Paolo Cragnolino, deceduti nella strage del 23 dicembre 1998 in Piazzale D’Annunzio, angolo Viale Ungheria, cui ha poi fatto seguito la deposizione di una corona d’alloro al Monumento ai Caduti della Polizia di Stato presente nello stesso piazzale. La cerimonia si è poi chiusa con la celebrazione della Santa Messa officiata dal cappellano della Polizia di Stato don Olivo Bottos nella chiesa “Beata Vergine del Carmine”.

“La ferita legata a quell’episodio di quasi 23 anni fa – ha aggiunto l’esponente dell’esecutivo Fedriga – di recente si è tragicamente riaperta. Alla luce delle nuove indagini avviate dalla Procure di Udine, quell’episodio di cronaca che squarciò la vita quotidiana degli udinesi rappresenta una pagina della nostra storia sulla quale è necessario fare al più presto chiarezza, garantendo alla giustizia chi si macchiò di quel crimine che strappò dagli affetti familiari la vita dei tre agenti”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?