Seguici su

Basket

Vittoria al fotofinish per l’Old Wild West su Chiusi

Pubblicato

il

Esultanza finale dell'OWW

UDINE – L’OWW vince anche gara-2 delle semifinali promozione battendo, in una partita che rimarrà a lungo impressa nella memoria degli spettatori presenti al Carnera, l’Umana Chiusi per 72 a 70.

I friulani, in un finale al cardiopalmo, conquistano i due punti in palio sfruttando, in primis, il vantaggio del fattore casalingo: un Carnera ribollente, con un Settore D trascinante, con cori sempre pro e mai contro, ha dato una mano importantissima ai bianconeri, soprattutto nei momenti più difficili del match. A riconoscerlo è stato, nel dopo-partita, anche colui che è stato premiato come il miglior coach della serie A2 di quest’anno, al secolo Matteo Boniciolli.

E di momenti difficili la partita dell’APU ne ha avuti diversi, visto che gli ospiti sono stati in meritato vantaggio per 30 su 40 minuti. Chiusi, con la consueta difesa aggressiva a tutto campo e con un occhio di riguardo sotto canestro a Walters, ha reso difficile ogni tiro dei padroni di casa, mentre in attacco uno spiritato Musso (20 punti, dei quali 16 nei primi 20′) è stato a lungo immarcabile e, insieme al lungo Wilson, ha creato il vantaggio esterno.

L’OWW, che aveva Lacey in evidenti precarie condizioni fisiche (solo 5 punti in 15′ sul parquet per l’americano), riusciva a rimanere a contatto degli ospiti grazie alla solita verve di Cappelletti (18 punti e 4 assist), premiato come migliore giocatore italiano della Lega prima dell’incontro e a qualche rara, ma pregevole, iniziativa di Italiano ed Antonutti. Troppo poco, però, per passare davanti ad una Chiusi che cominciava a trovare punti importanti anche dai meno temuti Fratto e Raffaelli.

Il cambio di marcia lo si è avuto nell’ultima frazione di gioco per merito di Giuri che, meglio tardi che mai, si è ricordato di essere un apprezzato professionista della palla a spicchi e ha realizzato 9 punti, a fronte dei 0 dei primi 30′. Accanto a lui si è battuto Walters, ancora una volta determinante, che ha raddrizzato i numeri di una lotta a rimbalzo che i bianconeri hanno comunque perso (36 le carambole afferrate dagli ospiti, 35 quelle dei padroni di casa) e realizzato i due liberi decisivi sul 70 pari a 3” dalla fine.

Venerdì l’OWW va a Chiusi per gara-3 e, anche se non ci sarà il clima infuocato di un campo del Sud come quello di San Severo, sarà tutt’altro che una passeggiata.

APU OLD WILD WEST UDINE – UMANA CHIUSI 72-70 (15-21, 38-43, 55-62)

APU OLD WILD WEST UDINE: Cappelletti 18 punti, Walters 11, Mussini 5, Pieri ne, Antonutti 8, Giuri 9, Nobile 2, Pellegrino 5, Italiano 7, Azzano ne, Lacey 5, Ebeling 2. All. Matteo Boniciolli.

UMANA CHIUSI: Criconia 4, Fratto 8, Musso 20, Biancotto, Medford 6, Braccagni ne, Pollone 6, Wilson 13, Raffaelli 4, Possamai 4, Ancellotti 5. All. Giovanni Battista Bassi.