Seguici su

Eventi

Antonio Onorato, Enrico Rava, Quintorigo, i Licaones: Marano sempre più swing!

Quinta edizione per la fortunata rassegna firmata Udin&Jazz in quel di Marano Lagunare dal 23 al 26 giugno

Pubblicato

il

foto: i Licaones

MARANO LAGUNARE – E sono cinque! Quinto anno per Marano Borghi Swing, la rassegna griffata Udin&Jazz by Euritmica che apre le danze estive in FVG.

Musica di qualità, enogastronomia, valorizzazione del territorio, ambiente famigliare, spontaneità: ricetta che vince non si cambia, ma i nomi quest’anno conferiscono un ulteriore salto di qualità ad uno dei festival più riusciti dell’intramontabile regno di king Velliscig.

Un percorso jazzistico-itinerante lungo le splendide piazzette maranesi, alla scoperta di prodotti ittici e a km zero proposti dalle associazioni locali, concerti on-the-boat, atmosfere suggestive, cartoline del miglior FVG, artisti locali, grandi nomi internazionali. Che cosa volete di più da un weekend?

Venerdì 24 il nome più altisonante di quest’edizione: un signore classe ‘39 che si chiama Enrico Rava si esibirà in quartetto alle 20.30 in piazza Frangipane. Prima di lui (nella classica e riuscita formula – tre concerti in tre luoghi differenti ma contigui) spazio alla musica brasiliana di Denise Dantas e il Dalaitrioo di Donadelli, Cisilino e Tomada a tirar tardi.

Il giorno successivo riflettori puntati su un grande amico del FVG: Antonio Onorato, chitarrista stratosferico from Napoli dalla pluritrentennale carriera. Per ulteriori info consultare discografia e live di Pino Daniele e Toninho Horta, tanto per fare solamente due nomi. Nella stessa serata i GreenTea inFusion, banda di recente formazione ma composta da quelli della vecchia guardia, come si suol dire: blues, jazz, progressive per una fusion di grande qualità. A chiudere la serata i Quintorigo omaggiano Charles Mingus, per rincarare la dose!

E siamo giunti alla domenica dei matti: apre Bandakadabra, travolgente “fanfara urbana” che si cimenta con ogni linguaggio musicale tramite la sua verve comico-teatrale. La marching band percorrerà le vie del centro dalle 19. Si diceva – se no i xe mati no li volemo – eccoli qua, proprio loro: i Licaones. La band più cocktail e scanzonata che si possa immaginare che nella prima edizione di MBS ha dato luogo ad uno dei concerti più memorabili degli ultimi anni nella nostra regione! C’erano anche le sedie che ballavano (cit.): Ottolini Bearzatti Marchioni Mappa, il divertimento è assicurato! Chiusura appannaggio del Laguna Jazz Collective, un manipolo di musicisti jazz che dedicano a Marano e alla sua laguna un progetto che trae ispirazione proprio dal paesaggio lagunare e che si traduce in una suggestiva esperienza sonora firmata degli undici jazzisti del collettivo, tra cui figurano D’Agaro, Cisilino, Pacorig, Vitale, per un finale visionario.

Per tutte le info: www.euritmica.it