Seguici su

Cronaca

Assestamento di bilancio, Fedriga: “Manovra senza precedenti frutto di scelte precise”

Il governatore ha ricordato i punti di forza della manovra: il sostegno alle imprese, sempre concordato con le categorie, un’importante politica energetica

Pubblicato

il

FVG – Quello approvato è un assestamento cospicuo e straordinario, caratterizzato da risorse senza precedenti.  È quanto ha rilevato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, nell’Aula consiliare. I fondi – come è stato evidenziato dal massimo esponente del Governo regionale – derivano principalmente da due fattori: la crescita economica del Friuli Venezia Giulia – figlia del dinamismo del nostro sistema produttivo, favorito anche dalle scelte importanti compiute dall’Amministrazione nei momenti di difficoltà sul versante della competitività – e dai nuovi patti finanziari sottoscritti con il Governo nazionale. Risorse la cui reperibilità non è stata dunque casuale, ma frutto di precise azioni messe in campo da questa maggioranza, che stanno permettendo di investire in modo mirato e massiccio sulle linee strategiche di sviluppo del territorio. “Una manovra cospicua e straordinaria, che non ha precedenti”, ha rilevato riassumendo il ddl 117 che mette in movimento risorse per 812 milioni di euro.

Il governatore ha ricordato i punti di forza della manovra: il sostegno alle imprese, sempre concordato con le categorie, un’importante politica energetica, con opzioni come il protocollo con Slovenia e Croazia e il progetto idrogeno finanziati in maniera ingente, il programma Siccità Zero, con risorse per i piccoli e grandi invasi e progetti innovativi come quello sulla desalinizzazione, l’edilizia agevolata e universitaria e il turismo. “Questi 812 milioni non piovono dal cielo, ma sono il frutto di scelte che abbiamo assunto nei momenti di difficoltà, puntando su crescita e competitività anche nel periodo della pandemia, e della rinegoziazione dei patti finanziari con il Governo”.
Infine Fedriga ha ringraziato la Giunta, gli Uffici e l’intero Consiglio per il lavoro svolto sull’impegnativa manovra.