Seguici su

Gorizia

Verso le elezioni: in Fvg le capolista per il Pd saranno Serracchiani e Rojc

Il segretario Shgaurli: “Disegniamo una cornice forte: ora al lavoro per battere la destra”

Pubblicato

il

FVG –  “Un percorso non facile ma serio ha portato il Pd a essere il primo partito che chiude le liste dei candidati alle politiche. Molte donne preparate e radicate sul territorio in Friuli Venezia Giulia: capolista sono le parlamentari uscenti, con la conferma del ruolo nazionale di
Debora Serracchiani, e il rilievo dato dal partito alla rappresentanza della minoranza slovena e soprattutto alle relazioni internazionali del Fvg ben rappresentate da Tatjana Rojc. Il secondo posto certo difficilissimo a Camera e Senato al segretario e al vicesegretario regionale che giustamente devono mettersi a disposizione, e altri candidati che rappresentano rinnovamento e radicamento in tutto il territorio sul
proporzionale, disegnano una cornice forte: ora al lavoro per battere la destra”. Lo afferma in una nota il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, all’esito della direzione nazionale del partito che ieri sera ha chiuso le liste dei candidati.
“Nelle sfide uninominali – aggiunge il segretario dem – schieriamo un tridente ‘rosa’, giovane e assai motivato, di cui sono davvero orgoglioso, con l’amministratrice Gloria Favret a Pordenone, la sindaca Manuela Celotti a Udine, e la segretaria provinciale dem Caterina Conti a Trieste/Gorizia. La candidatura di Furio Honsell all’uninominale del Senato, in accordo con gli alleati, valorizza chi ha governato e innovato per 10 anni la capitale del Friuli, è conosciuto nell’intera regione ed insieme a noi fa efficace opposizione in Consiglio regionale. Il taglio dei parlamentari ha imposto scelte dolorose ovunque ma – precisa Shaurli – il compito che ci aspetta fino al 25 settembre è più grande dei destini personali”.

“Il passaggio della formazione delle liste è sempre difficile, sia umanamente che politicamente e anche questa volta ha portato amarezze. Questa assurda e pessima legge elettorale, unita al taglio dei parlamentari, ha falcidiato il gruppo che ho avuto l’onore di guidare, fatto di donne e uomini responsabili e di grande competenza, con cui ho lavorato benissimo in questi anni travagliati”. Lo scrive su Facebook la presidente del gruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani. “Ricordo – aggiunge – i momenti della pandemia, lo scoppio della guerra, i cambi di governo, di segretario, l’elezione del Presidente della Repubblica, il lavoro fatto su riforme importanti come quelle della giustizia, gli Its, le semplificazioni, la delega fiscale, l’attuazione del Pnrr… In tanti hanno fatto un lavoro prezioso per il Paese che ora non riesce a trovare un riconoscimento. Capisco lo sconforto di alcuni. Sui candidati e le candidate in campo pesa una responsabilità ancora più grande in questa breve ma intensa campagna elettorale. Parecchi avversari sono stati spettatori malevoli del nostro lavoro sulle liste, ma loro almeno hanno potuto vedere un partito che discute e si confronta. Le liste della destra invece usciranno fatte e finite da stanze buie e ignote. Noi faremo la nostra lotta alla luce del sole, con coraggio, con la forza delle buone idee e per il buon Governo. Per l’Italia”.