Seguici su

Cronaca

San Gottardo, inaugurato il nuovo piazzale davanti alla stazione

Fontanini: “Accedere all’area sarà non solo più facile, ma anche più sicuro, non solo per gli automobilisti e gli autobus, ma pure per tanti i pedoni, ciclisti e utenti dei mezzi pubblici”

Pubblicato

il

UDINE – Si è tenuta questa mattina la cerimonia di inaugurazione del piazzale antistante la stazione di San Gottardo delle Ferrovie Udine-Cividale. Presenti all’incontro il sindaco di Udine Pietro Fontanini, l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari Stefano Zannier, in sostituzione dell’assessore regionale al demanio Sebastiano Callari, il vicesindaco e Assessore ai lavori pubblici Loris Michelini, l’amministratore unico della Fuc Gianpaolo Graberi e i rappresentanti dell’impresa Cois di Povoletto.
“Questo intervento – ha spiegato Fontanini – segna la rinascita non solo infrastrutturale ma anche simbolica di uno snodo ferroviario, quello che storicamente collega Udine e Cividale, che rappresenta da sempre un asse fondamentale per il nostro territorio. Oggi, grazie alla realizzazione del nuovo parcheggio e dei relativi ingressi accedere all’area sarà non solo più facile ma anche più sicuro, non solo per gli automobilisti e gli autobus ma anche per tanti i pedoni, ciclisti e utenti dei mezzi pubblici che ogni giorno utilizzano la tratta. Desidero ringraziare la Regione Fvg per avere ceduto gratuitamente i beni sdemanializzati al Comune di Udine”.

L’intervento, costato 425mila euro e realizzato nell’ambito del progetto Experimental City, ha previsto la realizzazione di un nuovo parcheggio di interscambio e di una nuova fermata della linea Tpl urbano, l’adeguamento dell’accesso esistente al piazzale per consentire le manovre di uscita degli autobus dal parcheggio verso via Cividale e la creazione di un nuovo accesso per consentire l’ingresso degli autobus e degli utenti al nuovo piazzale.
“L’intervento svolto dal Comune di Udine nell’area della stazione ferroviaria di San Gottardo è stato il miglior modo per recuperare un sito degradato rendendolo centrale e funzionale all’interno di una progettualità più ampia. Sviluppare piani strategici che mettano al centro l’intermodalità e l’interscambio con la mobilità lenta amplia la possibilità di fruizione del territorio, creando così un vantaggio per la collettività”. Lo ha detto l’assessore Zannier. “Un esempio – ha sottolineato Zannier – di come le Amministrazioni riescano a unire le forze superando le rispettive competenze per mettere a frutto opere di ampio respiro nell’interesse pubblico”.

“Possiamo dire – ha proseguito il vicesindaco Michelini – che questi lavori non solo si inseriscono perfettamente nella logica di rigenerazione urbana del Progetto Experimental City ma vanno letti nell’ambito della valorizzazione complessiva che grazie alla nostra Amministrazione sta riguardando Udine est e che prevede, solo per fare alcuni esempi, la realizzazione della pista ciclabile di via Cividale, ora conclusa, il recupero dell’ex Caserma Osoppo, l’intervento di riqualificazione del Parco del Torre, la altre piste ciclabili realizzate, le moltissime asfaltature, le nuove illuminazioni, la sistemazione del percorso verso la ex Cascina Mauroner, i nuovi boschi urbani, la Scuola per l’infanzia in via Adige e il rifacimento di tutti i serramenti alla scuola Bellavitis”. Nello specifico, sono stati effettuati interventi di adeguamento del terreno, sono stati demoliti gli edifici esistenti dell’ex casello ferroviario ed è stata realizzata una rete di captazione e smaltimento delle acque meteoriche. Oltre al nuovo parcheggio, sono stati realizzati i marciapiedi e i tratti di raccordo con la pista ciclabile di via Cividale e sono stati eseguiti lavori di adeguamento delle reti elettriche esistenti e dell’illuminazione pubblica. Nell’area del parcheggio sono presenti anche due colonnine per la ricarica delle auto elettriche.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?