Seguici su

Cronaca

Pagati gli arretrati (oltre 19 milioni di euro) ai dipendenti del comparto di AsuFc

Caporale: “Un’azione dovuta nei confronti del personale che continua a lavorare in una situazione difficile”

Pubblicato

il

UDINE – Nella busta paga di novembre, i dipendenti AsuFc del comparto hanno visto corrispondere il pagamento degli arretrati derivanti dall’applicazione del nuovo Contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto sanità: nello specifico, sono 7.356 i dipendenti (a cui vanno aggiunti altre 1.985 unità cessate dal servizio dal 2019) che hanno ricevuto il pagamento per una somma lorda totale di circa 11.500.000 euro. A queste somme si aggiungono le nuove indennità previste dal Ccnl a decorrere dal 1° gennaio 2021 (specificità infermieristica, tutela del malato e promozione della salute) che portano il totale ad una somma di poco superiore ai 19.000.000 di euro. Si tratta di un aumento progressivo che va dai 1.325 euro medi della categoria A fino ai 2.032 euro medi della categoria D, livello economico DS. 

Il Ccnl del comparto sanità è stato sottoscritto in via definitiva il giorno 2 novembre 2022 e, come da indicazione regionale, gli arretrati relativi allo stipendio tabellare e alle nuove indennità previste dagli articoli 104 e 105 del Ccnl sono stati già corrisposti nella corrente mensilità di novembre.
Per il direttore generale, Denis Caporale: “Un’azione dovuta nei confronti del personale che continua a lavorare in una situazione difficile cui cerchiamo di porre rimedio quotidianamente: a tutti, ancora una volta, il ringraziamento della Direzione Aziendale per l’impegno profuso con grande dedizione in tutte le sedi di AsuFc”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?