Seguici su

Eventi & Cultura

Restaurata la “La Trasfigurazione”, gioiello dei Civici musei di Udine

Il merito è di Coop Alleanza 3.0 e Fondaco Italia in collaborazione con il Touring Club Italiano

Pubblicato

il

UDINE – Coop Alleanza 3.0 e Fondaco Italia in collaborazione con il Touring Club Italiano, hanno promosso il progetto “Opera Tua”, un contest online che promuove la valorizzazione della Cultura e del patrimonio culturale coinvolgendo anche il pubblico, che è chiamato a scegliere, tramite una votazione online, il capolavoro da restaurare. La vincitrice indiscussa (4756 voti) del contest dell’anno 2021 per il Friuli Venezia Giulia è stata l’opera “La Trasfigurazione” di Palma il Giovane (Venezia, 1549 –1628), custodita nella collezione di arte antica dei Civici musei di Udine: la grande tela, che misura ben 3,38 metri di altezza, fu probabilmente realizzata tra la fine del Cinquecento e l’inizio del Seicento e, in origine, era collocata nella Chiesa di San Martino in seguito dedicata a Santa Barbara di Udine, ad oggi non più esistente. L’opera è divisa in due scene: in alto, Gesù tra Mosè e il profeta Elia, nella parte inferiore gli apostoli Pietro, Giacomo e Giovanni che assistono frastornati alla trasfigurazione di Cristo.
La grande tela fu pensata per essere incastonata nel grande soffitto alla veneziana del sacro edificio a cui era destinata e che costituiva all’epoca la cappella di pertinenza di Palazzo Torriani. Quest’ultimo edificio, ubicato ai lati di quella che oggi è piazza XX Settembre, fu raso al suolo nel 1717 per punire le nefandezze compiute dal suo proprietario Lucio della Torre. La cappella fu risparmiata, ma tutte le suppellettili e le opere d’arte che in essa erano conservate furono  trasportate altrove. Tra di esse figurava la grande tela che, arrotolata, giacque abbandonata per molti secoli in luoghi non consoni. Giunta in Castello nel corso del Novecento essa era ormai priva del telaio e molto rovinata da improvvide piegature, con tagli e buchi nel supporto. In queste condizioni di conservazione pessime, essa è rimasta per molto tempo in attesa di essere restaurata nei depositi museali.

Il restauro, eseguito dalla ditta Esedra Restauro e Conservazione, si è svolto in diverse fasi: una prima fase di pulitura dalle vernici e dalle riprese pittoriche dei restauri più recenti, seguita da una integrazione pittorica delle abrasioni e delle mancanze con colori ad acquarello e colori a vernice, a tratteggio e velature, con le consuete metodiche di reversibilità e riconoscibilità – conclusa con la stesura di un film protettivo. Ultimo capitolo del restauro è stata la realizzazione della cornice, che ha visto l’applicazione al suo interno di un passepartout ovale, atto a richiamare il formato con cui fu ideata l’opera dell’artista, originalmente pensata per essere appesa a soffitto.
Grazie all’interesse e alla professionalità degli enti coinvolti, la Trasfigurazione di Palma il Giovane trova ora posto nel percorso espositivo permanente della Galleria d’Arte Antica del Castello di Udine, ed è finalmente fruibile dal pubblico nella sua ritrovata intensità cromatica.

“Con la tappa di Udine – afferma Enrico Bressan, presidente di Fondaco Italia – si conclude la quinta edizione di Opera Tua un progetto che ha riscosso un grande successo di partecipazione dal Friuli Venezia Giulia alla Sicilia ed il coinvolgimento di 76 istituzioni che hanno beneficiato di una importante campagna di comunicazione e, 38 di esse, il restauro dell’opera d’arte. Una bellissima iniziativa che ha portato l’arte nei punti vendita Coop Alleanza 3.0 stimolando l’interesse di un pubblico eterogeneo a conferma che l’arte è un bene da valorizzare ed anche motivo di appartenenza e di orgoglio. In questo modo, grazie ad oltre 800.000 persone che hanno preso parte alle votazioni, abbiamo dato vita ad un museo itinerante e quindi ad una proposta per un viaggio diverso alla scoperta di un’Italia autentica ed unica”. Contento l’assessore comunale alla Cultura Fabrizio Cigolot: “Un intervento di restauro di grande pregio e significato per il Comune di Udine del quale va reso merito anzitutto a ‘Coop Alleanza 3.0’ e ‘Fondaco Italia’ che, con la collaborazione del ‘Touring Club Italiano’, hanno promosso e realizzato il bel progetto “Opera Tua”. Un  sentito grazie va poi anche a quanti, con i loro voti, hanno consentito di affermare il successo della nostra proposta. Ha fatto molto piacere riscontrare una così ampia partecipazione popolare, segno di una diffusa attenzione alla salvaguardia delle collezioni dei Civici Musei che fa onore alla nostra città e consente di ampliare l’azione di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale sviluppata da questa Amministrazione fin dal suo insediamento.”

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?