Seguici su

Cronaca & Attualità

Prova un doppio salto mortale ma il lago è poco profondo: trauma cranico per 17enne

Soccorso alpino ed elisoccorso impegnasti nel lago grande d’Olbe

Avatar

Pubblicato

il

SAPPADA – La stazione di Sappada del Soccorso alpino attivata dalla Sores era pronta a dare supporto in piazzola all’elisoccorso regionale per soccorrere un diciassettenne di Trieste che si è procurato ferite e traumi alla testa dopo un tuffo finito male nel lago grande d’Olbe. A quanto riferito voleva fare un doppio salto mortale ma il fondo troppo basso del lago ha fatto sì che impattasse sui sassi dopo un giro e mezzo.

Ha dovuto attendere un po’ per l’arrivo dell’elicottero in quanto c’era turbolenza e il pilota non riusciva ad atterrare nelle vicinanze. Dopo aver scaricato l’infermiere è riuscito ad avvicinarsi in sicurezza e ad atterrare sbarcando il tecnico di elisoccorso e il medico, raggiunto il ferito, che nel frattempo era stato tirato fuori dall’acqua su una sponda in pendenza ma era ipotermico e molto provato per la ferita, i soccorritori lo hanno assicurato creando un ancoraggio e stabilizzato, imbarellato e portato in un’area pianeggiante dove è stato imbarcato per essere portato all’ospedale di Udine.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

In primo piano