Seguici su

Basket

L’Old Wild West Udine regola anche Verona al Carnera

Lorenzo Pegoraro

Pubblicato

il

Una azione offensiva dell'APU

UDINE – L’Old Wild West Udine fa suo il derby con la Tezenis Verona per 79 a 63  raccogliendo l’ottava vittoria consecutiva all’interno delle mura dell’inviolato Palasport Carnera.

Lo striscione dedicato dai tifosi a Mara Mainardis

Lo striscione dedicato dai tifosi a Mara Mainardis

L’applauso più bello e sentito non c’è stato, però, alla sirena finale per festeggiare i beniamini di casa, ma poco prima dell’inizio del match, quando il pubblico ha tributato una lunga ovazione alla tifosa Mara Mainardis, scomparsa recentemente.

La formazione friulana recuperava per il match con la Tezenis il centro Delia, assente nel precedente incontro perso a Piacenza. L’argentino, oltre a segnare 15 punti, ha avuto un impatto decisivo nella prestazione dei padroni di casa che, pur inferiori per stazza rispetto agli ospiti (tra i quali figura il ben noto Ethan Esposito, per due anni a Udine), hanno vinto nettamente la lotta a rimbalzo per 46 a 36.

La vittoria dell’Old Wild West è figlia soprattutto di un inizio match molto convincente e determinato che ha permesso a Monaldi e compagni di portarsi sul 18 a 3 dopo 6′ di gioco. Udine ha successivamente incrementato la propria supremazia andando più volte sul massimo vantaggio di +19 (35-16, 40-21).

Tra la fine del terzo quarto e l’inizio dell’ultimo, Verona si è rifatta sotto nel punteggio, sfruttando un momento positivo dei suoi americani Devoe (a lungo evanescente e ben marcato a turno da Ikangi ed Alibegovic) e Murphy, Gli ospiti riescono ad arrivare fino a -7 (64-57), ma i friulani, con un finale targato Clark (16 punti, 6 nell’ultimo quarto) – Da Ros (11 punti, 8 rimbalzi, 3 assist), hanno allontanato il pericolo consentendo all’APU non solo di vincere, ma anche di guadagnare la differenza canestri con i veneti che, all’andata, si erano imposti con 8 punti di vantaggio finale.

Per l’APU arrivano ora due trasferte consecutive: la prima contro il fanalino di coda Chiusi, la seconda nella vicinissima Cividale del Friuli.

APU OLD WILD WEST UDINE – TEZENIS VERONA 76-63 (20-10, 40-24, 52-40)

APU OLD WILD WEST UDINE: Vedovato, Clark 16, Alibegovic 11, Caroti 9, Arletti, Gaspardo 6, Delia 15, Da Ros 11, Herdic NE, Zomero NE, Monaldi 3, Ikangi 5. All. Adriano Vertemati

TEZENIS VERONA: Stefanelli 10, Morati NE, Gazzotti 3, Gajic NE, Devoe 15, Esposito 8, Murphy 12, Penna 5, Udom 7, Bartoli 3. All. Alessandro Ramagli

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?