Seguici su

Cronaca

Nel 2023 in Friuli Venezia Giulia sono stati effettuati 116 trapianti di organi

“Il dato di maggiore evidenza è che il 30% delle persone trapiantate in Friuli Venezia Giulia proviene da fuori regione”, dice Riccardi

Avatar

Pubblicato

il

UDINE – Nel 2023 in Friuli Venezia Giulia sono stati effettuati 116 trapianti di organi solidi (23 di cuore, 64 di rene, di cui 10 da vivente, e 29 di fegato): si tratta di un valore raggiunto una sola volta da inizio attività del Centro regionale trapianti nel 1985 (nel 2022 i trapianti si erano fermati a 102). L’incremento porta al valore di 97 trapianti per milione di popolazione che va confrontato col dato nazionale di 62 e con quello della Spagna, Paese di riferimento che nei dati certificati pubblicati nel 2021 raggiunge i 99 trapianti per milione.  I dati sono stati illustrati all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine, alla presenza dell’assessore regionale alla Salute e Protezione sociale Riccardo Riccardi.
“Il dato di maggiore evidenza è che il 30% delle persone trapiantate in Friuli Venezia Giulia proviene da fuori regione: ciò dimostra – ha commentato Riccardi – come il nostro sistema sanitario sia attrattivo e risponda con alta qualità nei servizi complessi: subiamo invece fuoriuscite verso altre regioni per risposte a patologie minori. Ciò a causa di modelli organizzativi troppo fermi nel tempo, che hanno bisogno di interventi radicali spesso rallentati da discussioni, conflitti interni: vanno rimossi con azioni coraggiose che però spesso mal si conciliano con l’interesse spicciolo di coloro che contestano esercitando pressioni senza lungimiranza”.

Riccardi ha rivolto al direttore del Centro regionale trapianti, Roberto Peressutti, e a tutti i professionisti che hanno illustrato settore per settore l’attività del 2023 – Umberto Baccarani, Giuliano Boscutti, Igor Vendramin, Francesca Patriarca – un ringraziamento per risultati di eccellenza.  “Tutto questo è merito di un sistema professionale che cresce, al suo modello organizzativo, al talento e alla passione di tanti professionisti e anche al grande lavoro svolto dal sistema delle associazioni che fa crescere aspetti culturali importanti nel campo del dono” ha aggiunto Riccardi.    Peressutti ha confermato come i risultati dell’attività del 2023 e dell’avvio eccellente nelle prime settimane del 2024 – l’anno a Udine si è aperto con 4 donatori di organi oltre a un donatore multitessuto che in 5 giorni hanno consentito di eseguire 11 trapianti –  siano stati ottenuti grazie a una diffusa cultura della solidarietà, con persone che in vita dichiarano e depositano la volontà positiva al dono e a familiari che non si oppongono.

A tal proposito sono 5000 gli studenti raggiunti dall’attività divulgativa e informativa organizzata in sinergia tra le associazioni di volontariato, il Centro regionale trapianti e il personale delle terapie intensive di tutta la regione.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?