Seguici su

Cronaca

Prove di carico per il nuovo cavalcavia: A4 chiusa tra Latisana e Portogruaro

Dalle ore 20 di sabato 21 maggio alle ore 6 di domenica 22 maggio verrà chiuso il tratto autostradale

Pubblicato

il

FVG – Ultime fasi prima dell’apertura al traffico del nuovo cavalcavia Teglio – Gorgo che sovrappassa l’autostrada A4 interessata dai lavori della terza corsia. Nel weekend verranno effettuate le prove di carico statico. In sostanza verrà collaudata l’opera facendo stazionare alcuni mezzi pesanti carichi di ghiaia e blocchi di calcestruzzo sull’impalcato. I test avranno lo scopo di verificare che le flessioni del cavalcavia determinate dal carico – maggiore rispetto alla media di ciò che andrà a sopportare il manufatto in esercizio – siano inferiori al valore previsto dalla relazione preliminare del collaudo. Per queste verifiche alcune sofisticate strumentazioni indicheranno gli abbassamenti in corrispondenza di determinati punti del cavalcavia (20 punti di misura) individuati dal progettista. Le prove – per questioni di sicurezza – si svolgeranno senza far scorrere il traffico sottostante.

Pertanto, dalle ore 20 di sabato 21 maggio alle ore 6 di domenica 22 maggio verrà chiuso il tratto autostradale della A4 tra Latisana e il Nodo di Portogruaro. Nell’occasione i tecnici della direzione lavori di Autovie Venete e le maestranze delle ditte appaltatrici saranno impegnati anche in varie attività manutentive della sede stradale e nel ripristino della segnaletica orizzontale.

Per chi transita in direzione Venezia si ricorda, inoltre, che per periodici interventi di manutenzione previsti da concessionari Autostradali Venete, sarà chiuso il passante di Mestre fino alle ore 6 di lunedì 23 maggio. Il traffico verrà quindi deviato all’altezza di Quarto d’Altino sulla carreggiata ovest della A57 – Tangenziale di Mestre, attraverso l’uscita obbligatoria verso la stazione di Venezia Est. A questo proposito Autovie ha potenziato il personale al casello di Venezia Est per eventuali rallentamenti e code che potrebbero verificarsi (in base alle previsioni) in particolare all’uscita alla stazione nel pomeriggio/sera di domenica 22.