Seguici su

Cronaca

Al Congresso Afds 2.151 riconoscimenti ai donatori di sangue

L’evento, ospitato quest’anno nella città di Gemona domenica 18 settembre, torna nella sua formula tradizionale

Pubblicato

il

GEMONA DEL FRIULI – Sono 2.151 i donatori di sangue a cui verrà tributato un sentito ‘grazie’ durante il Congresso provinciale che l’Associazione friulana donatori di sangue terrà domenica 18 settembre a Gemona. L’Afds lo farà attraverso la consegna delle benemerenze secondo una tradizione che per due anni è stata interrotta dalla pandemia e che quest’anno, alla 63esima edizione, ritorna nella sua consueta formula. “La presenza a Gemona, scelta quale luogo del congresso durante l’assemblea del 2021 – commenta il presidente Roberto Flora – ha un ‘sapore’ particolare nell’anno della ripartenza post Covid. Infatti, nella capitale morale del terremoto e della ricostruzione del Friuli, ci ritroveremo finalmente tutti assieme in presenza per dare rinnovata forza al nostro impegno di volontari e al nostro spirito di solidarietà”.

Terrazza volta a Gemona. È la terza volta che Gemona, la cui sezione fondata nel 1959 è tra le più storiche, ospita il Congresso provinciale: la prima fu nel 1975, l’anno prima del terremoto, la seconda nel 1985 a ricostruzione avviata. Nuove e vecchie sfide, quindi, interessano gli oltre 50mila donatori iscritti all’Afds di Udine: coinvolgimento dei giovani, difesa dell’autosufficienza ematica del Friuli, ricambio generazionale dei dirigenti delle sezioni.  “Intendiamo dare uno sguardo verso il futuro perché da Gemona si avvii quel rinnovamento generazionale, metodologico e comunicativo che i nostri giovani giustamente auspicano per far loro questa associazione” aggiunge Flora. Entrando nel dettaglio dei numeri, a 746 volontari verrà consegnato il diploma di benemerenza, a 530 il distintivo di bronzo, a 397 quello d’argento e a 253 quello d’oro. A 149 donatori sarà assegnata la targa d’argento con pellicano d’oro per aver raggiunto 75 donazioni i maschi e 60 le femmine. E, infine, a 76 andrà la goccia d’oro per aver donato 100 volte i maschi e 80 le femmine. 

Il programma. Il programma della giornata prevede il ritrovo alle 8.15 nella piazza del municipio per poi spostarsi in Duomo dove alle 9 l’arcivescovo Andrea Bruno Mazzocato celebrerà la santa messa. Quindi il corteo sfilerà lungo le vie del centro storico, fino a giungere in piazza del Ferro dove si terranno i discorsi ufficiali e la consegna delle benemerenze ai donatori. Interverranno, tra gli altri, il vicepresidente della Regione Riccardo Riccardi e il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin.
Anche quest’anno, infine, si terrà una simpatica iniziativa dei donatori amanti delle due ruote. Infatti, la sezione di San Giorgio di Nogaro ha organizzato un primo gruppo che partirà in bicicletta all’alba di domenica alle 6 per toccare poi Palmanova e Udine dove raccoglierà altri volontari e un secondo gruppo che partirà da Villa Santina passando per Tolmezzo, così che entrambi giungeranno a Gemona puntuali per l’inizio del Congresso.

L’anteprima. Il programma del Congresso prevede anche un’anteprima venerdì 16 settembre. In collaborazione con la Cineteca del Friuli, l’Afds ha organizzato alle 20.30 al Cinema teatro sociale di Gemona la serata “Un dono in movimento”, con proiezione di documentari storici sull’attività dell’associazione dagli Anni ’50 ai ’70, accompagnata dal Coro Afds del Gemonese e del Friuli collinare diretto dal maestro Toni Colùs.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?