Seguici su

Cronaca

Enti locali, si va verso un ritorno delle Province in Fvg

La Regione punta a sanare definitivamente la frattura creata nel 2016 con la loro frettolosa cancellazione e l’imposizione delle Unioni territoriali intercomunali

Pubblicato

il

FVG – “Con la composizione di Camera dei deputati e Senato e la prossima formazione del nuovo governo, appoggiato da una larga maggioranza che avrà sicuramente maggiore attenzione per le autonomie, si apre una nuova stagione per il riassetto del sistema degli enti locali del Friuli Venezia Giulia. La Regione punta infatti a inserire le Province tra gli enti necessari, sanando così definitivamente la frattura creata nel 2016 con la loro frettolosa cancellazione e l’imposizione delle Unioni territoriali intercomunali”.  Lo ha detto l’assessore regionale alle Autonomie locali evidenziando che “la riforma degli enti locali attuata dall’attuale Amministrazione regionale ha posto fine al forzato sistema delle Uti, dando vita agli Enti di decentramento regionale, ai quali i Comuni hanno potuto aderire liberamente in base alle necessità delle comunità locali senza il rischio di penalizzazioni economiche. Si è trattato di un primo passo che ha consentito alla Regione di delegare alcune funzioni a un ente intermedio di area vasta, con il quale sia le amministrazioni locali sia i cittadini possono rapportarsi in maniera più agile e veloce. Questa è però solo una soluzione ponte perché il nostro obiettivo è creare un sistema composto nuovamente da organismi i cui vertici politici saranno scelti direttamente dai cittadini attraverso il voto”.

“Dopo l’approvazione nel febbraio 2021 dello schema di norme di attuazione dello Statuto della Regione che propone modifiche al decreto legislativo 9/1997 sull’ordinamento degli enti locali per consentire l’elezione a suffragio universale e diretto degli organi degli enti di area vasta la questione è stata sottoposta alla Commissione paritetica, ma l’ennesima caduta del governo ha nuovamente paralizzato la situazione. Dopo l’esito del voto, con la formazione delle Camere e l’arrivo del nuovo governo la Regione intraprenderà quindi la strada maestra del dialogo tra istituzioni con la convinzione che la questione potrà presto essere sbloccata, dando nuovamente ai cittadini del Friuli Venezia Giulia la possibilità di scegliere direttamente gli amministratori degli enti di area vasta”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?