Seguici su

Cronaca

Teleriscaldamento dall’Abs: il Comune cerca fondi europei per concretizzare l’intervento

Se il bando andrà a buon fine, all’amministrazione potrà finanziare il 95% della spesa, stimata attorno ai 100mila euro, destinata al personale che seguirà la fase esecutiva del progetto

Pubblicato

il

UDINE – “Il Comune di Udine ha deciso di accogliere la proposta dell’Agenzia per l’energia del Friuli Venezia Giulia di partecipare a un bando europeo attraverso il quale finanziare il costo del personale che dovrà valutare, prima di renderlo esecutivo, la fattibilità tecnica ed economica del progetto di teleriscaldamento presentato dal professor Nardin, attraverso il quale verrà recuperato il calore prodotto dall’acciaieria Abs di Cargnacco, andando in questo modo a ridurre l’impatto dell’utilizzo del metano sulle casse pubbliche e sull’ambiente”. Lo ha annunciato il sindaco Pietro Fontanini a margine della seduta di Giunta di questa settimana.
Il bando si inserisce nel programma Life 2022-Cet_Dh denominato “Heat 35” per il supporto tecnico alla scelta del contraente per la realizzazione del sistema di teleriscaldamento presso l’Abs di Cargnacco e permetterà all’amministrazione di finanziare il 95% della spesa, stimata attorno ai 100mila euro, destinata al personale che seguirà la fase esecutiva del progetto.

“Il Comune – ha spiegato il sindaco – parteciperà, come partner associato, al progetto, redatto dalla slovena E-Zavod in qualità di capofila, facendolo proprio, al fine della presentazione della domanda, mentre l’Ape supporterà l’Amministrazione per quanto riguarda il rispetto delle direttive europee in materia”. “La decisione è stata presa in virtù della presenza, sul territorio comunale, di una rete di teleriscaldamento e della necessità di intervenire con meccanismi di calmieramento dei costi del metano e di riduzione dell’inquinamento atmosferico. Ritengo che ogni possibilità vada in questa direzione, soprattutto in questa fase storica, debba essere colta e sfruttata”, ha concluso Fontanini.
Spiega l’assessore ai finanziamenti europei Giulia Manzan che “l’adesione a questo progetto assieme ad altri Paesi come l’Austria, la Slovenia, la Slovacchia e la Croazia, da una parte va nella direzione di rafforzare la partnership già avviata in altre iniziative europee e dall’altra va a ricercare i finanziamenti necessari per attuare una delle fasi per la realizzazione della rete del teleriscaldamento. Il budget che andremo a ricevere finanzia infatti la parte di valutazione tecnica-economica. Per l’attuazione della fase tecnica, in collaborazione con Ape, la cifra ammonta a circa 190.000 euro e al Comune arriverebbe un ulteriore finanziamento di 100.000 circa per l’attività di divulgazione delle tematiche di sostenibilità ambientale”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?