Seguici su

Economia

Via libera alla fusione tra BancaTer e Friulovest: nasce Banca 360 Fvg

Il nuovo istituto conta su 100 mila clienti e 400 dipendenti 

Avatar

Pubblicato

il

FVG – Nascerà dal primo luglio Banca 360 Credito Cooperativo Fvg. Lo ha deciso ieri l’assemblea dei soci di BancaTer che si è espressa a larghissima maggioranza, sfiorando l’unanimità. Una settimana prima c’era stato un plebiscito anche dai soci di Friulovest Banca a Pordenone. «Un nome e un brand immediati, moderni e di facile memorizzazione che esprimono una nuova identità e puntano a riaffermare con più forza i propri valori e la propria missione: mettere al centro le persone e le comunità di questa regione» ha spiegato il presidente di BancaTer, Luca Occhialini agli 849 soci presenti in fiera a Udine, che hanno accolto la proposta della fusione per incorporazione con entusiasmo. «Andiamo a costruire una banca di respiro completamente regionale – ha proseguito Occhialini –: il primo polo, per dimensioni, del Friuli Venezia Giulia, nell’ambito del gruppo di Cassa Centrale Banca, nonché l’istituto con il maggior numero di filiali in Friuli Venezia Giulia e non solo nell’universo Bcc, ma nel più ampio panorama del credito».

Nulla cambierà rispetto al mutualismo delle origini, con le Bcc che risalgono addirittura alla fine del 1800. «Da una parte faremo quanto ci dice la nostra mission, sia per la parte economica sia per quella finanziaria, forti appunto di una struttura più grande, dall’altro continueremo a garantire l’attenzione al territorio e alle comunità che è poi l’obiettivo del credito cooperativo: la responsabilità sociale resterà la pietra angolare di ogni nostra decisione. La sfida è questa – ha concluso – aumentare le dimensioni e la struttura per far crescere la vicinanza economica e sociale ai territori». Il nuovo istituto potrà contare su una presenza capillare, forte di 63 sportelli presenti anche in tutti e quattro i capoluoghi delle ex province Fvg (più uno in Veneto, a Bibione), su 400 collaboratori, 100 mila clienti serviti e poco meno di 20 mila soci, tra persone fisiche e persone giuridiche. Stando ai numeri aggregati dei bilanci al 31 dicembre 2022, le masse amministrate da Banca 360 Fvg totalizzano circa 5,8 miliardi di euro, mentre la solidità del nuovo istituto è garantita da circa 271 milioni di patrimonio.

La presidenza di Banca 360 Fvg sarà affidata – come previsto dai patti di fusione – a BancaTer (che avrà anche un vicepresidente), la vicepresidenza con ruolo di vicario a Friulovest. Il Cda, che dovrà eleggere presidente e vicepresidenti, sarà composto per 7 componenti di BancaTer e 6 di Friulovest: Renato Tedeschi, Fabio Zuliani, Sergio Covre, Ebe Marson, Ugo Maiero, Alessandra Tulisso, Germano Zorzettig, Alberto Grassetti, Ester Maria Pilosio, Luca Occhialini, Silvano Zamò, Sonia Faion e Lino Mian. Componenti il collegio sindacale saranno Luca Francescon (presidente), Laura Briganti e Alberto Poggioli (componenti effettivi), Martina Castenetti e Federico Borean (supplenti). “I numeri dei due istituti di credito che danno vita oggi a Banca 360 Fvg sono in salute, sono due banche che in questi anni sono cresciute e si sono patrimonializzate, caratterizzandosi per una presenza sempre più capillare in regione e questo non è un dato scontato: il plauso va dunque ai direttori generali e ai consigli di amministrazione per questa operazione pesante, di forte tenuta territoriale”. Lo ha affermato l’assessore regionale alle Attività produttive Sergio Emidio Bini. L’assessore ha voluto rimarcare la particolare natura del rapporto con il territorio e con i clienti che gli istituti di credito cooperativo hanno saputo mantenere nel tempo. “Seppure dovendo sottostare a regole stringenti, come tutti gli altri istituti, hanno mantenuto centrale il rapporto umano” ha osservato Bini, definendo l’operazione di fusione “un messaggio molto forte da parte del sistema creditizio regionale”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?