Seguici su

Basket

Un grande Clark consegna all’APU il derby con Trieste

L’Apu Old Wild West Udine ha battuto la Pallacanestro Trieste 87-83, capovolgendo la sconfitta dell’andata. Nonostante l’espulsione dell’allenatore Vertemati, Udine ha mostrato resilienza, guidata da Clark e Gaspardo

Lorenzo Pegoraro

Pubblicato

il

L'APU festeggia a centro campo dopo la vittoria nel derby

UDINE – Il 12 gennaio 2024 è stata scritta un’altra pagina di storia del basket, di storia del derby tra Udine e Trieste. Dopo il -3 dell’andata con il canestro di tabella allo scadere di Brooks, l’Old Wild West Udine si è vendicata, con gli interessi, sulla Pallacanestro di Trieste vincendo per 87 a 83, mantenendo il Carnera inviolato e ribaltando anche la differenza canestri con i giuliani.

Una vittoria che, per alcuni aspetti, ha dell’incredibile, del sorprendente, per come è maturata. Una vittoria che dimostra la solidità, ancorché non l’imbattibilità (si soffre ancora troppo vicino a canestro), del progetto bianconero. Perché l’APU, dopo i primi due quarti disputati a lungo, di qualche punto, in vantaggio, con buoni spunti offensivi soprattutto di Gaspardo e Delia, sembrava avere perso non solo la bussola (tanti tiri da tre frutto più della mancanza di alternative che di scelte precise, difesa non irreprensibile, in particolare su uno scatenato Brooks), ma anche la propria guida tecnica.

Vertemati, già sentenziato di un fallo tecnico per proteste nel secondo quarto, nel terzo ne riceveva un secondo venendo espulso per avere protestato per un dubbio fallo difensivo di Alibegovic e per una condotta arbitrale tutt’altro che casalinga (31-19 il computo finale dei falli fatti dalle due squadre). Quello che, di primo acchito, poteva essere un colpo da knock-out, si è rivelato, invece, l’inizio della riscossa per i padroni di casa, aiutati da un pubblico che si è ulteriormente acceso dopo quella che a molti era sembra un’ingiustizia.

Dopo essere andati sotto di 6 successivamente ad un canestro di Reyes (65-71), i friulani, guidati in panca dal vice Gerosa, non hanno permesso a Trieste di scappare, aumentando l’energia difensiva. Gli ospiti, grazie soprattutto ad un combattivo Reyes, han continuato a prevalere a rimbalzo, ma la precisione (in primis, ai liberi) è andata a scemare sempre di più, mentre, dall’altra parte, è salito in cattedra Clark, l’americano esperto di finali, fino a quel momento bloccato a soli 4 punti segnati.

L’ex Treviglio ha fiutato, evidentemente, l’odore del sangue della vittima e ha cominciato a puntare il canestro avversario con penetrazioni e serpentine concluse con i due punti. E’ stato lui, quando mancavano poco più di 5′ dalla sirena ad impattare sul 71 pari ed è stato ancora lui a mandare avanti i bianconeri dalla lunetta dopo un fallo ricevuto da Candussi (83-81). A -32” dal termine, Udine ha commesso la leggerezza di lasciare un corridoio libero a Brooks che ha impattato sull’83 pari. Dopo un time-out chiamato dalla panchina bianconera, è stato ancora Clark a segnare in penetrazione e portare nuovamente avanti i padroni di casa. Contro time-out di Trieste che, con soli 4” da giocare, ha consegnato la palla a Filloy per una rimessa in attacco che ha attraversato tutta l’area bianconera finendo fuori campo. Il Carnera già cantava ed esultava, ma non era ancora finita: Clark ha subito un ingenuo fallo a metà campo e, con due ulteriori liberi segnati, ha fissato il punteggio consegnando pure la differenza canestri a favore dell’Old Wild West.

Da stropicciarsi gli occhi!

Apu Old Wild West Udine – Pallacanestro Trieste 87-83 (22-21, 42-37, 58-60)

Apu Old Wild West Udine: Raphael Gaspardo 20 (4/8, 4/6), Jason Clark 14 (5/9, 0/2), Diego Monaldi 14 (1/2, 4/12), Mirza Alibegovic 11 (3/5, 1/4), Iris Ikangi 11 (1/1, 3/5), Marcos Delia 8 (2/2, 0/0), Lorenzo Caroti 5 (2/4, 0/4), Matteo Da ros 4 (2/3, 0/1), Jacopo Vedovato 0 (0/0, 0/0), Benjamin Marchiaro n.e., Michele Zomero n.e.. All. Vertemati.

Pallacanestro Trieste: Eli jameson Brooks 28 (6/11, 3/5), Justin Reyes 18 (4/11, 2/5), Michele Ruzzier 12 (4/5, 1/5), Giovanni Vildera 8 (4/7, 0/0), Ariel Filloy 6 (0/2, 1/7), Francesco Candussi 4 (0/1, 1/3), Lodovico Deangeli 3 (1/1, 0/4), Luca Campogrande 2 (0/0, 0/3), Stefano Bossi 2 (1/3, 0/0), Giancarlo Ferrero 0 (0/0, 0/0), Matteo Rolli n.e., Danny Camporeale n.e.. All. Christian.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?