Seguici su

Basket

L’OWW Udine la spunta nel finale contro una tenace Ravenna

Pubblicato

il

Pellegrino a canestro contro Ravenna

UDINE – L’OWW Udine, al termine di una gara sofferta e combattuta fino all’ultimo, fa suo anche il secondo incontro della “fase ad orologio” battendo l’Orasì Ravenna per 75 a 69. I bianconeri mantengono così il rassicurante vantaggio in classifica di 4 lunghezze sull’inseguitrice Cantù alla vigilia del terzo match in programma domenica prossima contro Fabriano.

La partita con i romagnoli ha fatto emergere uno stato di forma non ottimale in diversi elementi della formazione bianconera (Antonutti, Mussini, Italiano, Lacey, in particolare) che hanno reso al di sotto del loro normale standard. La vittoria ha comunque arriso ai padroni di casa, più solidi sotto canestro e con un Cappelletti che, ancora una volta, è stato l’asso nella manica di coach Boniciolli nel finale di partita.

La formazione friulana è stata per i primi tre quarti nelle mani dei suoi lunghi Walters e Pellegrino che hanno concretizzato una supremazia netta sotto canestro della squadra di casa (42 a 31 il computo finale dei rimbalzi). Il centro americano, in particolare, ha “portato a scuola” più volte il pari-ruolo ospite Simioni, facendo il bello ed il cattivo tempo in attacco (19 punti, 6 rimbalzi e 2 stoppate alla fine per lui).

Sul perimetro, invece, Udine ha sofferto molto l’aggressività difensiva dei romagnoli, spesso schierati con una zona che Cappelletti e compagni hanno fatto difficoltà a superare. La cattiva circolazione di palla dei friulani ha portato a percentuali di tiro disastrose dalla distanza (15% nei primi due quarti e 26% finale nel tiro da tre punti) oltre ad una serie di palle banalmente perse dai bianconeri.

Nell’ultimo quarto, è stato, però, Cappelletti, fino a quel momento autore di una prova condita da tanti errori, a dare lo strappo vincente alla gara firmando, in rapida successione, una tripla, un assist al bacio per Walters, due liberi ed una palla recuperata. Ravenna, che aveva perso per falli la sua ala-forte Sullivan ad inizio terzo quarto, è uscita con l’orgoglio di avere dato tutto in campo e di avere impensierito seriamente la capolista, ma la vittoria ed i due punti sono andati all’Old Wild West.

APU OLD WILD WEST UDINE – ORASI’ RAVENNA 75-69 (17-16, 34-30, 52-54)

APU OLD WILD WEST UDINE: Cappelletti 14 punti, Walters 19, Mussini 2, Pieri ne, Antonutti 2, Esposito 7, Giuri 8, Nobile, Pellegrino 14, Italiano, Bertolissi ne, Lacey 9. All. Matteo Boniciolli.

ORASI’ RAVENNA: Tilghman 21 punti, Berdini 11, Martini ne, Cinciarini 5, Gazzotti 7, Arnaldo, Denegri 12, Sullivan 6, Simioni 3, Benetti 4. All. Alessandro Lotesoriere.