Seguici su

Basket

L’OWW Udine fallisce il match point: la serie con Cividale si decide giovedì al Carnera

Lorenzo Pegoraro

Pubblicato

il

Una azione dell'incontro

CIVIDALE DEL FRIULI – C’era da aspettarselo e, forse, è giusto così: la vittoria in gara-4 della Gesteco Cividale sull’Old Wild West Udine per 74 a 65 rimanda a gara-5 la scelta della squadra che avanzerà alle semifinali dei play-off.

Il coach ducale Pillastrini l’aveva detto in conferenza stampa dopo la sconfitta subita in gara-3: “Sono sicuro che lunedì vinceremo noi!”. E così, nonostante tutte le scaramanzie del caso, è stato. Forse quello che il tecnico ferrarese non ha completamente azzeccato è che nella vittoria dei suoi giocatori ci sono sicuramente tanti meriti (energia messa in campo, difesa attenta, circolazione della palla veloce in attacco), ma sono anche altrettanti i demeriti dei giocatori udinesi.

La formazione di coach Finetti non ha “morso” quasi mai in difesa, se si eccettua cinque minuti nel terzo quarto, ha corso raramente e fatto circolare male e lentamente la palla in attacco. Le iniziative individuali (troppo individuali, a volte) di Gentile e Briscoe all’APU servono come l’oro, ma vanno inserite in un contesto in cui tutta la squadra è reattiva in difesa e coinvolta in attacco. Cosa che in gara-4, come anche in gara-1, non è avvenuto quasi mai.

L’APU è partita con il solito quintetto, frutto di quelle gerarchie, forse un po’ troppo statiche, dei 5 mesi da capo-allenatore di Finetti: Monaldi playmaker, Briscoe guardia, Gentile ala piccola, Esposito ala grande e Terry centro. E’ il quintetto più forte che, sulla carta, Udine può schierare, però ci viene il dubbio che, nella realtà dei fatti, non sia proprio il più efficace perché anche questa volta Udine non ha iniziato il match nel migliore dei modi.

Per carità, nulla di trascendentale, ma le prime azioni dell’incontro han fatto intuire subito che quel quintetto ha qualcosa che non quadra: Briscoe, dopo uno “slalom” dei suoi, ha sbagliato solitario una schiacciata, mentre, dall’altra parte, Dell’Agnello, sempre da solo, ha realizzato i primi due punti per Cividale. Esposito, uno dei più positivi in questa stagione, ha preggiato il conto, ma poi Cividale, con i canestri di Miani, si è portata sul +5 (7-2) dando una prima piccola impronta sul match.

Udine è riuscita a ricucire poco dopo il primo mini-strappo dei padroni di caso, ma lo ha fatto solo dopo avere inserito Palumbo, Nobile e Gaspardo. Il match è poi proseguito sui binari dell’equilibrio fino a metà del secondo quarto quando Cividale ha piazzato il parziale di 11 a 0, con sei punti di un ispirato Battistini, portandosi sul 36 a 23.

Nel terzo quarto, sprofondata fino a -16 (53-37), Udine ha operato un contro-break di 13 a 1 (54-50) con i canestri di Gaspardo (tripla), Briscoe (due canestri in sottomano ed una tripla con libero aggiuntivo) e Terry (tiro da sotto dopo un suo rimbalzo offensivo) e con una difesa finalmente all’altezza delle aspettative. Purtroppo, però, le possibilità dell’OWW Udine di riprendere il comando della gara si sono interrotte in questo frangente, così come si sono fermate le marcature di Briscoe, rimasto a digiuno da quel momento.

Nell’ultimo quarto, nonostante due palle perse da Briscoe punite entrambe le volte dal cividalese Mouaha in contropiede, l’APU è rimasta alcuni minuti sulle tracce dei padroni di casa, contando anche su alcuni canestri di classe di Gentile. I bianconeri sono arrivati fino a -3 dopo due punti di rapina realizzati da Monaldi (62-59), ma non sono riusciti ad andare oltre, anche perché questa volta la formazione bianconera non ha potuto contare sulle triple di Gaspardo (solo 1/5) e nemmeno sulle realizzazioni dei numerosi tiri liberi assegnatigli (12/24!).

Si va dunque a gara-5 di questa entusiasmante serie: l’appuntamento è per giovedì alle ore 20 al Palasport Carnera.

UEB GESTECO CIVIDALE – APU OLD WILD WEST UDINE 74-65 (17-16, 38-25, 55-50)

UEB GESTECO CIVIDALE: Redivo 14 punti, Miani 8, Cassese 10, Rota 12, Mouaha 9, Furin 4, Battistini 8, Barel ne, Pepper 3, Balde ne, Micalich ne, Dell’Agnello 6. All. Stefano Pillastrini.

APU OLD WILD WEST UDINE: Gentile 18 punti, Palumbo 7, Antonutti, Gaspardo 5, Briscoe 15, Fantoma, Esposito 6, Nobile 2, Pellegrino, Monaldi 5, Terry 7. All. Carlo Finetti.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?