Seguici su

Basket

Inizia bene il cammino dell’APU: vittoria con Nardò

Lorenzo Pegoraro

Pubblicato

il

Da Ros protagonista in Puglia

LECCE – L’Old Wild West Udine ha bagnato con una vittoria il suo esordio in campionato espugnando il palasport di Nardò per 84 a 79.

Su un campo notoriamente insidioso, come lo sono un po’ tutti i palasport del Sud Italia, e priva dell’americano Clark, fermato a Udine dai postumi di una influenza intestinale, la formazione di coach Vertemati ha fatto suoi i primi due punti in palio giocando una partita attenta difensivamente e con un giro palla in attacco come da tempo non si vedeva a Udine, fatta eccezione, come si dirà, per i minuti iniziali e finali dell’incontro.

Nonostante il cammino in campionato sia appena iniziato, i bianconeri sembrano già trovarsi a meraviglia, con la comprensibile eccezione legata a Gaspardo, da poco tornato a fare parte del gruppo dopo l’infortunio che l’ha tenuto fuori un mese. La palla spicchi gira veloce e precisa, con un Da Ros che addirittura già si fida a fare passaggi “no-look” sicuro di trovare il compagno di squadra laddove si aspetta di trovarlo (una volta questo non capita e l’ex Cantù un po’ se la prende). E così arrivano buoni tiri e punti da ben 8 elementi con in luce soprattutto Alibegovic che raccoglie un buon bottino nei primi due quarti (11 punti, 17 alla fine) e Monaldi che prosegue nei secondi due (14 punti, 20 in totale).

In difesa, i giocatori dell’APU han “morso” sin da subito, buttandosi su ogni pallone vagante e rendendo la vita difficile a tutti i portatori di palla. L’americano di Nardò Smith, uno dei migliori tiratori della lega, riesce sì a fare 17 punti, ma solo grazie alle gite in lunetta perché la gabbia difensiva disegnata da Vertemati, e l’ottima applicazione in questa di Caroti, gli impediscono di trovare ritmo e tiri facili.

Per quanto riguarda l’andamento del match, come riconoscerà nel post-partita coach Vertemati, l’APU ha giocato un’ottima partita nei 30 minuti centrali, maluccio, invece, nei primi e negli ultimi 5 minuti del match. I padroni di casa, infatti, avevano iniziato la partita nel migliore dei modi, con un parziale di 9 a 0 che aveva costretto Vertemati a chiamare il suo primo time-out dopo poco più di due minuti di gioco. Rimessasi poco dopo in carreggiata con i canestri di Alibegovic e Da Ros, Udine ha comandato nel punteggio per il resto della partita portandosi più volte sulla doppia cifra di vantaggio nella seconda parte del match. Nel finale, però, alcune buone iniziative da sotto dell’ala salentina Ferrara, una tripla di Parravicini ed un po’ di stanchezza tra i bianconeri, hanno consentito ai padroni di casa di rifarsi sotto (77-80 a 45” dal termine), ma una tripla di Monaldi e le gite in lunetta di Da Ros e Ikangi hanno permesso ai bianconeri di chiudere a proprio favore l’incontro.

Domenica prossima l’Old Wild West Udine sarà impegnata in casa contro l’Assigeco Piacenza – reduce da una vittoria in casa con Rimini – con inizio partita alle ore 18. La società bianconera ha fatto sapere di avere prolungato la campagna abbonamenti che avrà come nuova data finale quella di sabato 7 ottobre.

NARDÒ BASKET – APU OLD WILD WEST UDINE 79-84(16-20, 30-34, 51-58)

NARDÒ BASKET: Parravicini 13, Smith 17, Nikolic 4, Iannuzzi 5, Ferrara 8, Stewart 21, Maspero 6, La Torre 5, Trunic, Donda. All. Gennaro Di Carlo.

APU OLD WILD WEST UDINE: Vedovato, Alibegovic 17, Caroti 9, Arletti 6, Gaspardo 2, Delia 11, Da Ros 9, Zomero NE, Monaldi 20, Ikangi 10. All. Adriano Vertemati.

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità