Seguici su

Basket

Una sconfitta che sa di pareggio per Udine contro Cantù

Pubblicato

il

Lacey in difesa contro Cantù (foto APU)

DESIO – Nel big-match della serie A2, l’Acqua San Bernardo Cantù ha battuto di misura per 81 a 78 l’Old Wild West Udine. Un incontro il cui risultato, secondo coach Boniciolli, è finito “in parità”, senza una squadra che abbia veramente predominato. Ed è una considerazione condivisibile considerato che, tra alti e bassi, Udine ha avuto fino all’ultimo la possibilità di portare a casa i due punti contro la capolista, nonostante i postumi della settimana di inattività per l’isolamento fiduciario cui era stata sottoposta la squadra friulana a causa di alcuni casi di Covid-19.

I bianconeri, privi di capitan Antonutti e con Nobile in panchina per onor di firma (mentre Cantù mancava dell’ex Verona Severini), sono partiti ottimamente nel match sfruttando le “twin towers” Walters – Pellegrino, salvo poi soffrire il ritorno dei padroni di casa in cui facevano la voce grossa il friulano Cusin e l’ex Nikolic. Andati in vantaggio a metà match (35-39) grazie anche ad una bella tripla di Mussini, nella terza frazione di gioco i friulani hanno sbagliato un serie di conclusioni “aperte” con Esposito, Lacey e Mussini, mentre tra i canturini cominciavano a macinare punti i due americani Johnson e Allen, in ombra nei primi 20′.

Sotto di sette lunghezze all’ultima pausa (56-49), i friulani sono stati pirotecnici negli ultimi 10′ di gioco. Un ottimo Cappelletti (22 punti finali per lui), talvolta imbeccando il positivo Lacey, talvolta mettendosi in proprio, riusciva a ricucire lo svantaggio e a riportare in vantaggio Udine (71-72) quando mancavano poco più di 2′ di gioco e nonostante l’uscita per falli (l’ultimo per un tecnico) del centro Walters. Due triple di Allen e due canestri dalla media di Johnson hanno rimesso, però, i conti a posto per i padroni di casa che, con un vantaggio di soli tre punti, concludevano vittoriosi la gara.

Mentre coach Boniciolli già cova vendetta meditando su come ribaltare l’esigua differenza canestri nel match di ritorno con i lombardi, i bianconeri domenica prossima affronteranno al Carnera la Staff Mantova per cercare due punti necessari per rimanere attaccati alle parti più alti della classifica.

S. BERNARDO/CINELANDIA PARK CANTU’ – APU OLD WILD WEST UDINE 81-78 (17-16, 35-39, 56-49)

S. BERNARDO/CINELANDIA PARK CANTU’: Stefanelli 4 punti, Sergio 9, Johnson 24, Nikolic 10, Boev, Borsani ne, Da Ros, Bucarelli 3, Cusin 2, Bayehe 11, Allen 18. All. Marco Sodini.

APU OLD WILD WEST UDINE: Cappelletti 22 punti, Walters 13, Mussini 6, Pieri, Esposito 2, Giuri 8, Nobile ne, Pellegrino 5, Italiano, Lacey 22, Ebeling. All. Matteo Boniciolli.