Seguici su

Basket

Una brutta OWW Udine subisce in SuperCoppa una lezione da San Severo

Pubblicato

il

Mian in azione

FORLì – Alle final-4 di SuperCoppa, l’OWW Udine, in semifinale, esce sconfitta dal confronto con San Severo per 71 a 69.

La vittoria dei pugliesi sovverte i pronostici della vigilia, ma è assolutamente meritata. La formazione allenata dal giovane coach Pilot è stata in vantaggio per quasi tutto il match, con i friulani costretti a lungo inseguire per poi giocarsi in un finale punto a punto l’accesso alla finale di sabato contro la Vanoli Cremona, vittoriosa nell’altra semifinale con Cantù.

Di rilievo nei giallo-neri la prestazione del centro, ex Scafati, Daniel (9 punti, 13 rimbalzi) – un mistero perché non sia stato preso da qualche top-club dell’A2 o da qualche formazione di A1 – nonché del giovane playmaker Bogliardi, proveniente da Treviglio, autore di 16 punti e dello “scippo” ai danni di Sherrill che ha chiuso la contesa.

Dall’altra parte Udine – ancora una volta senza Briscoe a referto – ottiene poco da gran parte dei suoi elementi, in particolare da un Gaspardo irriconoscibile, anche se con qualche lodevole eccezione, come Nobile nel finale, in cui recupera alcuni palloni importanti, di un  preciso Antonutti e di un tutto sommato positivo Sherrill.

La formazione friulana è partita, come spesso accade in questo precampionato, maluccio, subendo la maggiore energia e precisione al tiro ospite. La differenza è stata che, questa, volta, i friulani sono stati costretti ad inseguire per quasi tutta la gara, arrivando all’aggancio solo nell’ultimo quarto di gioco quando Antonutti da sotto, su assist di Mian, ha pareggiato sul 53 pari.

Nel finale, due penetrazioni a canestro di Sherrill hanno fatto impattare Udine sul 68 pari, ma mentre San Severo è riuscita successivamente a segnare un libero con Daniel ed un tiro dalla media su terzo tempo di Sabatino, i bianconeri prima hanno perso palla con Mian in attacco (fischiato uno sfondo un po’ dubbio) e poi con Sherrill, che si è fatto soffiare il pallone della possibile vittoria da parte di Bogliardi.

Nel post partita, coach Boniciolli più che analizzare i temi tattici e tecnici del match, ha preferito gettare acqua sul fuoco parlando di una sconfitta salutare: “Una sconfitta come questa può essere molto più utile di una vittoria “rubata” all’ultimo secondo, perché questo ci mette in guardia rispetto al fatto che questo è un campionato duro, in cui troveremo squadre del nostro livello oppure squadre con allenatori e giocatori con un cursus honorum inferiore, ma che vogliono dimostrare di valere più dei titolati avversari”.

ALLIANZ PAZIENZA SAN SEVERO – APU OLD WILD WEST UDINE 71-69 (17-13, 35-29, 53-51)

ALLIANZ PAZIENZA SAN SEVERO: Wilson, Cepic 7 punti, Lupusor 13, Sabatino 8, Ly-Lee 7, Fabi 9, Bogliardi 16, Daniel 9, Petrusevski, Arnaldo. All. Damiano Pilot.

APU OLD WILD WEST UDINE: Mussini 8 punti, Palumbo 1, Mian 8, Antonutti 11, Gaspardo 3, Cusin 10, Fantoma ne, Esposito 2, Nobile 6, Pellegrino 2, Sherrill 18. All. Matteo Boniciolli.